martedì,Giugno 28 2022

«Portosalvo la periferia della periferia», denuncia di Colelli (Pd) che attacca il Comune

Il coordinatore cittadino democrat: «Non è più accettabile la situazione di degrado e di abbandono in cui versa il paese. L’amministrazione Limardo ha chiaramente dimenticato le frazioni»

«Portosalvo la periferia della periferia», denuncia di Colelli (Pd) che attacca il Comune
I rifiuti rinvenuti a Portosalvo
Francesco Colelli (Pd)

«L’interesse del sindaco e di questa amministrazione per le periferie è palese come sia scarso o nullo. Come Partito democratico abbiamo già detto di Triparni, dove non si riesce a realizzare un intervento programmato da decenni, ma anche le altre frazioni continuano ad essere trascurate. Portosalvo, ad esempio, è nei fatti la periferia della periferia, evidentemente troppo lontana dai riflettori di palazzo per poter essere oggetto di attenzioni e impegno di questa amministrazione. Non è più accettabile la situazione di degrado e di abbandono in cui versa il paese». È quanto denuncia il coordinatore cittadino di Vibo Valentia del Pd Francesco Colelli. «Si pensi – aggiunge l’interessato – alle diverse discariche sequestrate solo nel 2021 dalla Procura di Vibo Valentia. Ad oggi i rifiuti speciali e pericolosi e le ecoballe giacciono ancora nell’area dell’ex Cgr, cosí come le cataste di rifiuti speciali di ogni genere (parti meccaniche e telai di autovetture, pneumatici, materiale inerte, elettrodomestici, calcinacci e derivati da opere di demolizione edile) si trovano ancora nella ex Cevim. Quella che un tempo è stata la zona industriale della nostra città, la zona in cui si svolgeva un importante evento fieristico internazionale, oggi è diventata di fatto una discarica a cielo aperto». [Continua in basso]

A giudizio del coordinatore democrat, dunque, «la responsabilità dell’amministrazione è quella di non riuscire o non volere programmare nulla di concreto in quella zona che potrebbe essere davvero un insediamento produttivo per la città di Vibo Valentia. L’amministrazione Limardo, come diciamo da tempo, è priva di prospettiva, vive nel breve periodo e non ha un’idea complessiva di città. Utilizzare i fondi del Pnrr per realizzare un polo fieristico nella frazione Portosalvo potrebbe essere fondamentale per il rilancio di un tessuto economico oramai desertificato. Nulla di tutto ciò – si fa notare – è stato fatto; anzi, sull’utilizzo dei Fondi Pnrr nessuna discussione è stata aperta con le forze produttive e politiche della città. L’anno scolastico volge oramai al termine e Portosalvo quest’anno non ha avuto una scuola. Gli studenti a causa dell’inagibilità della stessa sono stati collocati nei locali del Corap: soluzione accettabile per tamponare l’emergenza, ma all’inizio del prossimo anno gli studenti di Porto Salvo avranno una scuola degna di questo nome? Anche su questo non è dato sapere. L’amministrazione Limardo – conclude Francesco Colelli – ha chiaramente dimenticato le frazioni e di Porto Salvo sembra non conoscere neanche l’esistenza, se non per essere la zona di provenienza di uno dei nove assessori».

Articoli correlati

top