lunedì,Aprile 15 2024

Acqua non potabile a Vibo, Lo Bianco: «Fallimento di tanti anni di amministrazione pubblica»

Il consigliere comunale dichiara che "Il silenzio assordante della politica è inaccettabile" e sottolinea la "gestione negligente delle risorse idriche"

Acqua non potabile a Vibo, Lo Bianco: «Fallimento di tanti anni di amministrazione pubblica»
Anthony Lo Bianco, consigliere comunale

“L’attuale emergenza idrica che affligge il nostro comune rappresenta un grave fallimento dell’amministrazione pubblica e richiede una risposta immediata da parte di chi ha il dovere di garantire i servizi essenziali alla comunità”. Il consigliere comunale Anthony Lo Bianco vuole sottolineare l’importanza di questa situazione e condanna il silenzio spaventoso che si è diffuso tra coloro che dovrebbero fornire risposte concrete. “È inaccettabile che i cittadini di Vibo siano lasciati senza spiegazioni e senza soluzioni mentre affrontano questa emergenza idrica. Giorni senza acqua potabile, senza possibilità di igiene personale e senza la certezza di avere un bene primario come l’acqua disponibile per le necessità quotidiane sono un’offesa alla dignità umana. La politica ha il dovere di intervenire e fornire risposte immediate. Questo problema non può essere liquidato come una semplice situazione contingente”.

Il sindaco di Vibo Maria Limardo

E ancora, Lo Bianco: “Si susseguono le amministrazioni ma i problemi restano, rappresentando il fallimento di tanti anni di amministrazione pubblica, di una gestione negligente delle risorse idriche e di un mancato investimento nella manutenzione e modernizzazione delle infrastrutture. Non possiamo ignorare il fatto che i campioni di acqua potabile prelevati sono risultati non conformi alle norme di sicurezza, mettendo a rischio la salute e il benessere dei cittadini”. Pertanto il consigliere richiede “un’immediata assunzione di responsabilità da parte delle istituzioni coinvolte. Non possiamo permettere che il silenzio prevalga di fronte a una situazione così grave. I cittadini di Vibo Valentia meritano risposte chiare e azioni concrete per risolvere l’emergenza idrica e ripristinare un approvvigionamento idrico sicuro e affidabile. È necessario un cambiamento radicale nella gestione delle risorse idriche, con investimenti adeguati e un controllo costante per garantire che una situazione simile non si ripeta in futuro. La politica deve assumersi la responsabilità di garantire servizi essenziali di qualità alla comunità, e l’emergenza idrica a Vibo richiede un’attenzione prioritaria”. In conclusione, Lo Bianco chiede che venga posto fine al silenzio assordante e che la politica risponda con fermezza a questa emergenza. “È necessario agire con determinazione per risolvere il problema dell’approvvigionamento idrico e ripristinare la fiducia dei cittadini di Vibo Valentia nella classe politica e nelle istituzioni. Questo è il momento di agire, di assumersi le responsabilità e di lavorare per un futuro migliore per tutti i cittadini”.

LEGGI ANCHE: Depurazione, Nesci: «A Vibo assegnati 390mila euro, come sono stati utilizzati?»

Acqua non potabile a Vibo, bocciate le Casette proposte del M5S si ritorna alle autobotti

Acqua non potabile a Vibo, le zone interessate dall’ordinanza sindacale

top