mercoledì,Giugno 19 2024

Sanità, Rifondazione e Giovani comunisti Vibo: «Solo false promesse»

I due sodalizi puntano il dito contro il governatore Occhiuto: «Nuovo ospedale? Basta passare dal cantiere per capire come stanno realmente le cose»

Sanità, Rifondazione e Giovani comunisti Vibo: «Solo false promesse»
Il presidente Roberto Occhiuto

«Che la sanità calabrese si trovi in condizioni disastrose ormai lo sappiamo tutti e conosciamo anche le diverse problematiche a partire dai pronto soccorso inefficienti, ai pazienti abbandonati nei corridoi fino alle lunghissime attese di chi per una visita specialistica deve attendere anni ed anni». È quanto sostengono Rifondazione comunista e Giovani comunisti Vibo Valentia aggiungendo: «Evidentemente di questo non ne è al corrente il presidente della Regione, Roberto Occhiuto il quale sostiene che gli ospedali di Vibo Valentia e della Sibaritide verranno completati entro la fine del suo mandato, cosa che sappiamo già non avverrà, ma che il governatore utilizza per preparare i calabresi alla campagna elettorale. E quale miglior modo se non quello di fare l’ennesima falsa promessa che va ad aggiungersi al già lungo elenco che contribuisce ad alimentare quella farsa che lui ed i suoi portano avanti nei comuni e nelle province?».

Il progetto del nuovo ospedale di Vibo Valentia

«È sufficiente solamente passare davanti al cantiere di quello che dovrebbe diventare il nuovo ospedale di Vibo Valentia per accorgersi di come stanno realmente le cose e capire che è solo una tecnica studiata a tavolino per dare già inizio alle solite campagne elettorali piene d’aria, come dimostra la realtà dei fatti. Chi sa governare onestamente – evidenziano i due sodalizi – non ha bisogno di rivolgersi ai suoi cittadini con delle menzogne ma con i fatti ed in questo caso l’attuale governo regionale ne è privo, sia di fatti che di onestà, soprattutto davanti a tutti quei cittadini vibonesi che da quasi un anno chiedono che il diritto alla salute venga davvero garantito con dei presidi davanti all’ospedale a cui siamo stati e siamo sempre presenti. Non è, dunque, accettabile – concludono – che la Calabria sia governata da chi non sa rappresentarla ma che, invece, contribuisce solo a distruggerla lasciandola sempre più nelle grinfie del degrado».

LEGGI ANCHE: Easy Asp, uno sportello dell’Azienda sanitaria in undici Comuni del Vibonese: il progetto

Sanità, Martino (Movimento cultura Calabria): «Basta con gli annunci»

Farmacia territoriale a Vibo, la denuncia di “Ali di Vibonesità”: «Locali piccoli e angusti»

Articoli correlati

top