Rifiuti a Vibo, l’assessore Bruni: «Operai in agitazione? Lo sono anche i cittadini» – Video

Vincenzo Bruni fa il punto della situazione sulla delicata situazione ambientale: dalla clausola sociale al nuovo capitolato, fino alla discarica provinciale 

Vincenzo Bruni fa il punto della situazione sulla delicata situazione ambientale: dalla clausola sociale al nuovo capitolato, fino alla discarica provinciale 

Informazione pubblicitaria
L'assessore Vincenzo Bruni
Informazione pubblicitaria

Questione rifiuti sempre all’ordine del giorno a Vibo Valentia. La paventata rimozione della clausola sociale dal prossimo capitolato – che non vincolerebbe, quindi, la nuova ditta a riassorbire in toto tutto il personale in servizio attualmente – ha indotto lo Slai Cobas a proclamare lo stato di agitazione degli operai della Dusty. Oggi abbiamo ascoltato la versione del Comune, con l’assessore Vincenzo Bruni che non ha usato giri di parole: «Gli operai sono in agitazione? Bene, lo sono anche i cittadini. Lo siamo anche noi come amministrazione. Tutti a Vibo sono in agitazione. La salvaguardia del posto di lavoro è tenuta in grande considerazione, da me come dal sindaco, ma i disservizi sono sotto gli occhi di tutti. Noi non possiamo che intervenire sulla ditta, la quale ci fa presente che anche alcune situazioni possono essere legate ad inadempienze ma sono problemi che devono risolvere col sindacato. Noi dobbiamo garantire il servizio ai cittadini, perché siamo sempre alle prese con i soliti problemi: chi non fa la differenziata, chi abbandona ingombranti». Ma rimuovendo la clausola sociale, quali vantaggi si avrebbero? «Si generalizza troppo, posso dire pubblicamente che la stragrande maggioranza dei lavoratori Dusty sono operatori eccezionali che si stanno sacrificando. Ma ribadisco: ci sono sacche di disorganizzazione e disservizio sotto gli occhi di tutti».

Informazione pubblicitaria

Sul nuovo capitolato, come ormai noto, la (mancata) clausola sociale non sarebbe l’unica novità rispetto a quello attuale: «Al 90% il capitolato verrà spacchettato con un affidamento che riguarda il verde pubblico ed un altro la differenziata, perché si è rivelato non facile gestire i due settori; stiamo valutando come procedere a livello amministrativo, finanziario e tecnico e a breve daremo risposte». Infine una battuta sulla riunione dell’Ato in vista dell’individuazione della discarica provinciale: «Nell’ultima conferenza dei sindaci si è data una accelerazione alle procedure per dare seguito alla deliberazione del 2017 che aveva individuato in un sito di Sant’Onofrio l’area per la discarica provinciale. Giovedì insieme al sindaco avremo un altro incontro a Catanzaro, ma l’idea è di procedere su quanto deliberato ed avviare uno studio di fattibilità».

LEGGI ANCHERifiuti a Vibo, gli operai della Dusty in stato di agitazione

Emergenza rifiuti a Vibo, il sindaco: «Il peggio è alle spalle, ora il nuovo appalto» – Video

Rifiuti, ritiro ingombranti a singhiozzo a Vibo: la Dusty si scusa