martedì,Giugno 25 2024

Da Vibo Marina a Porto Santa Venere, mozione bipartisan per il ripristino del nome

Presentata dai consiglieri Lombardo (FI) e Pisani ( M5S), verrà discussa e votata nel corso della prossima seduta del Consiglio comunale

Da Vibo Marina a Porto Santa Venere, mozione bipartisan per il ripristino del nome
Una veduta del porto di Vibo Marina
Lorenzo Lombardo

Una vicenda che risale al 2008, quando l’allora IV Circoscrizione comunale deliberò, all’unanimità, il ripristino dell’antico toponimo di Porto Santa Venere per la più importante frazione costiera del comune di Vibo Valentia. Nel 2010 anche la IV Commissione consiliare comunale si pronunciò favorevolmente, anche in quel caso all’unanimità. A distanza di qualche lustro, precisamente nel 2021, la II Commissione consiliare (Urbanistica) discusse una nuova proposta, a firma del consigliere di maggioranza Lorenzo Lombardo (FI) , che incassò il placet di sei rappresentanti della maggioranza, mentre nel frattempo anche il consigliere d’opposizione Silvio Pisani (M5S) sollecitava l’adozione della relativa delibera mediante diverse interrogazioni. Da ricordare, infine, che anche il sindaco dell’amministrazione comunale in carica, Maria Limardo, aveva concesso il suo endorsement nel corso dell’ultima campagna elettorale, sottolineando come l’argomento fosse da considerare un preciso impegno. Ma il ripristino dell’antico toponimo di Porto Santa Venere non ha visto mai la luce. In prossimità della scadenza della consiliatura, si registra un nuovo capitolo della vicenda. I due consiglieri, uno si minoranza (Pisani) e l’altro di maggioranza (Lombardo), reiterano la loro proposta, questa volta mediante la presentazione di un ordine del giorno in base all’art. 43 del regolamento del Consiglio comunale.

Silvio Pisani

Premesso che – viene scritto nell’odg – la competente Commissione consiliare ha già espresso parere favorevole; ritenuto che il toponimo di una località è lo strumento più efficace per garantire a una comunità la propria identità storica nonché lo sviluppo delle sue potenzialità; considerato che il ripristino del nome rappresenta un contributo importante per rilanciare il territorio costiero con il brand “Porto Santa Venere”, viene chiesta la discussione dell’ordine del giorno in seno al Consiglio comunale e conseguente votazione impegnando, in caso di esito favorevole, l’amministrazione comunale affinché venga dato corso all’iter previsto”. La mozione, protocollata in data 9 aprile, verrà probabilmente inserita nell’ordine del giorno della prossima seduta consiliare.

LEGGI ANCHE: Porto Santa Venere, Montesanti: «Il ripristino del nome non innesca rivendicazioni autonomiste»

Porto Santa Venere, la giunta comunale di Vibo non delibera il ripristino del nome

top