martedì,Giugno 25 2024

Elezioni a Vibo, Muzzopappa detta legge: «Decideremo noi il nuovo sindaco, quello più affidabile» – VIDEO

Il candidato di centro nonostante l’ottima performance è rimasto tagliato fuori dal ballottaggio ma ora è pronto a fare l’ago della bilancia tra Romeo e Cosentino: «Abbiamo un 30% di consensi a nostra disposizione, ma io non andrò a cercare nessuno»

Elezioni a Vibo, Muzzopappa detta legge: «Decideremo noi il nuovo sindaco, quello più affidabile» – VIDEO
Francesco Muzzopappa

«Ago della bilancia? Su questo non ci piove. Senza dubbio lo siamo, perché abbiamo un bel quantitativo di voti, un 30% di consensi a nostra disposizione». Tra Francesco Muzzopappa ed Enzo Romeo ci sono soltanto 564 voti di differenza, ma sono bastati al candidato del centrosinistra (5.863) per conquistare il ballottaggio con l’avversario di centrodestra, Roberto Cosentino, che di voti ne ha conquistati 7.058. E ora, Muzzopappa, vulcanico avvocato penalista vibonese, quella risicata ma decisiva differenza la farà pesare nel secondo turno elettorale che si terrà tra due settimane, il 23 e 24 giugno. E lo dice senza mezzi termini, con la sicurezza di chi sa che può decidere i giochi, sebbene nessuno, nemmeno lui, ipotizzi apertamente alleanze elettorali in vista della “finale” per l’elezione del sindaco di Vibo Valentia.

Leggi anche ⬇️

Se li aspettava questi numeri?
«Beh sì, anche se speravamo di andare noi al ballottaggio. Ma restano numeri importanti, che danno conto del grande lavoro che abbiamo fatto sul territorio, in città e nelle frazioni. Insomma, mi aspettavo qualcosina in più magari o qualcosina in meno da parte di altri, però tutto sommato sono molto soddisfatto. Ne approfitto per ringraziare tutte le amiche e gli amici che ci hanno voluto onorare della loro fiducia».

E ora che succede, proporrà accordi ai due candidati rimasti?
«Assolutamente no, io non proporrò alcun tipo di accordo ad alcuno, siamo disponibili eventualmente a un confronto, ma certamente non partirà da noi». Come dire, “vi aspetto, qua dovete venire”.

Leggi anche ⬇️

Si poteva fare di più? Che cosa pensa di aver sbagliato?
«Noi non abbiamo sbagliato, di più non potevamo fare. Tenga conto che noi abbiamo avuto come avversari i quattro partiti più forti in Italia, quindi non era facile fare meglio. Penso che qualcuno abbia preferito scegliersi il competitor per il ballottaggio. Non so se abbia fatto bene o male, lo vedremo alla fine».

Leggi anche ⬇️

Se potesse scegliere, chi sosterrebbe al ballottaggio, Cosentino o Romeo?
«Non ho idea al momento, sto riflettendo perché tutto giocherà sulla credibilità, sull’affidabilità di entrambi. Sceglieremo certamente quello che è più affidabile per il territorio e per i cittadini vibonesi».

Articoli correlati

top