sabato,Maggio 18 2024

Comunali nel Vibonese, si lavora senza sosta alla composizione delle liste

Quattro i probabili candidati a Pizzo. Giancarlo Ravese e Rita Fuduli in campo a Filandari. Ad Arena, Cosentino sfida l’uscente Schinella. Ecco il quadro provvisorio delle candidature di diversi comuni

Comunali nel Vibonese, si lavora senza sosta alla composizione delle liste

Da ieri è iniziato il conto alla rovescia. L’11 giugno i cittadini di 14 comuni del Vibonese saranno chiamati a rinnovare i loro consigli comunali.

Indubbiamente il test con la maggiore valenza politica sarà quello di Pizzo, dove a contendere la fascia tricolore al sindaco uscente, Gianluca Callipo (forte del sostegno del Partito democratico e di Sinistra Italiana, oltre a quello di spezzoni del centro moderato) ci saranno di sicuro il Movimento Cinque Stelle, che punta sulla candidata Carmen Manduca, e una “vecchia volpe” della politica napitina. Il riferimento è all’ex sindaco, ex consigliere regionale ed ex leader del fu Udeur, Antonio Borrello.

Questi ha rotto gli indugi annunciando la propria discesa in campo con una lista civica aperta alla società civile. Al suo fianco, con tutta probabilità, la fedelissima Giusy Federico. Sta lavorando per comporre uno schieramento che possa in qualche modo coagulare quello che resta del centrodestra Tony Burgisano. Impresa non da poco, stante le difficoltà a reperire gente disposta a metterci la faccia.

Elezioni amministrative: fissata la data del voto, 14 i comuni vibonesi chiamati alle urne

Torneranno alle urne, dopo una breve fase commissariale avviata dopo l’implosione delle maggioranze che sostenevano Vincenzo Pizzuto e Caterina Signoretta, i comuni di Filandari e Jonadi. A Filandari in campo, al momento, ci sono l’ex capogruppo di minoranza Rita Fuduli e Giancarlo Ravese. A Ionadi, invece, si parla con insistenza di un ritorno nell’agone politico di Nazzareno Fialà.

Ad Arena l’uscente Antonino Schinella sarà sfidato dall’ex ispettore del Commissariato di Polizia di Serra San Bruno, Giovanni Cosentino, che già da tempo è al lavoro per chiudere la composizione della squadra.

A San Costantino Calabro l’unico concorrente al momento ai nastri di partenza è l’attuale primo cittadino Nicola Derito.

A San Nicola da Crissa certa la ricandidatura per un secondo mandato del sindaco uscente Giuseppe Condello. A contendergli la poltrona potrebbe essere nuovamente l’attuale opposizione consiliare guidata da Alberto Imeneo e una terza lista con a capo Leonardo Martino.

A Stefanaconi, ad annunciare la sua candidatura a capo di una lista di giovani è stato nei giorni scorsi l’avvocato Salvatore Solano. Lavora alla formazione di una squadra anche l’attuale consigliere comunale Nicola Carullo. Non sarà della partita, a quanto pare, il sindaco uscente Salvatore Di Sì.

Anche a Vazzano nuovamente in campo il sindaco in carica Domenico Villì che, con molta probabilità, dovrà vedersela con un ex amministratore: il già sindaco ed ex assessore provinciale Vincenzo Massa. Una partita questa che già fa registrare le prime scintille con Massa che ha querelato l’attuale primo cittadino relativamente alle note vicende della discarica progettata nel territorio di Sant’Onofrio che vede Villì opporsi fermamente e Massa parte in causa in veste di titolare di una delle imprese proponenti.

Discarica a Sant’Onofrio, il clima si fa incandescente: l’imprenditore querela il sindaco

Ancora molto fluida la situazione nel resto dei comuni interessati dalla tornata elettorale del prossimo giugno che riguarderà, oltre ai centri citati, anche Brognaturo, Capistrano, Fabrizia, Filogaso, Francavilla Angitola e Spadola.

top