Serra, maggioranza pronta a dimettersi in blocco

Decisione assunta dopo la proclamazione del sindaco Tassone a consigliere regionale. Ma l’asse Censore-Salerno verrà replicato già dalla prossima campagna elettorale
Decisione assunta dopo la proclamazione del sindaco Tassone a consigliere regionale. Ma l’asse Censore-Salerno verrà replicato già dalla prossima campagna elettorale
Informazione pubblicitaria
Il Comune di Serra
Informazione pubblicitaria

La maggioranza del Comune di Serra San Bruno è pronta a rassegnare le dimissioni in maniera compatta. Ed invita l’opposizione ad essere consequenziale a quanto già annunciato, unendosi per chiudere anticipatamente l’esperienza amministrativa ed avere quindi la possibilità di tornare al voto già dal primo turno disponibile, ovvero questa primavera. L’annuncio in una nota stampa, in cui viene fatto il punto della situazione alla luce della proclamazione del sindaco Luigi Tassone a consigliere regionale. «Domani – precisano – ci recheremo al protocollo dell’Ente alle 10 per rassegnare le dimissioni necessarie per avviare le procedure di scioglimento del consiglio comunale e consentire lo svolgimento delle elezioni comunali nella primavera che sta per arrivare. A tal fine è indispensabile che almeno un componente della minoranza rassegni, contemporaneamente alle nostre, le proprie dimissioni. Li invitiamo, pertanto, ad essere conseguenti rispetto a quanto annunciato pubblicamente». L’opposizione non si farà pregare.

Nel frattempo, sul piano politico si preannuncia una riproposizione dell’attuale configurazione della maggioranza, frutto dell’accordo raggiunto mesi fa tra i due big della politica serrese, Bruno Censore per il centrosinistra e Nazzareno Salerno per il centrodestra. «La nostra squadra – si legge infatti nella nota – si presenterà compatta alle prossime elezioni per sottoporsi al giudizio popolare e per illustrare gli obiettivi raggiunti con questo percorso amministrativo, ultimo dei quali, in ordine temporale e non per ordine di importanza, la stabilizzazione di 52 ex Lsu/Lpu. Il nostro è stato un lavoro impegnativo, difficile, ma appassionante ed ha consentito a Serra di riconquistare lustro e centralità. Siamo convinti – concludono – che i serresi abbiamo compreso gli effetti positivi per il presente e per il futuro realizzati grazie ad una squadra seria, competente, organizzata e con unità di vedute, e non certo occasionale o frutto di aggregazioni improvvisate. Una squadra che è pronta ad affrontare una nuova sfida e che è convinta, anche alla luce del recente successo elettorale, di vincere ancora, forte di un consenso popolare dimostrato quotidianamente».

Informazione pubblicitaria