Pochi contagi in Calabria? Maria Limardo: «Merito della Santelli»

Per il sindaco di Vibo va riconosciuta la «bontà dello spirito che ha animato la presidente della Regione nell’emettere l’ordinanza» poi bocciata dal Tar
Per il sindaco di Vibo va riconosciuta la «bontà dello spirito che ha animato la presidente della Regione nell’emettere l’ordinanza» poi bocciata dal Tar
Informazione pubblicitaria
Maria Limardo negli studi de Il Vibonese Tv in campagna elettorale

«Va innanzitutto registrato che grazie agli stringenti provvedimenti adottati dalla presidente Santelli, la Calabria è una delle regioni con minor numero di contagi».

È quanto afferma in una nota il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo intervenendo all’indomani della bocciatura da parte del Tar Calabria dell’ordinanza emanata dal governatore della Regione nel punto in cui disponeva la riapertura di bar e ristoranti con tavoli all’aperto. [Continua]

Il primo cittadino di Vibo riconosce le buone intenzioni alla base dell’atto. «Non possiamo non prendere atto – afferma, infatti – della bontà dello spirito che ha animato la presidente nell’emettere la contestata ordinanza nonostante si sia tradotto in una presa di posizione da parte del Governo che è solo politica e strumentale. Soprattutto la Calabria non ha bisogno di inutili polveroni ma di provvedimenti concreti. Da qui a qualche giorno il Governo provvederà ad emanare, sull’intero territorio nazionale, gli stessi provvedimenti. Tutto ciò dispiace perché anche gli esercenti di Vibo Valentia erano pronti ad aprire, nel frattempo infatti si erano attrezzati ed erano pronti ad adempiere e rispettare le rigorose prescrizioni di sicurezza del famoso allegato 1».