L’INTERVENTO | “Dal Psc nuove opportunità per lo sviluppo di Vibo”

Per il coordinatore cittadino di Sinistra italiana, Giuseppe Ambrosio, l’approvazione dello strumento urbanistico è un passaggio da accogliere con soddisfazione in «una città dove anche l’ordinario diventa una conquista straordinaria»

Per il coordinatore cittadino di Sinistra italiana, Giuseppe Ambrosio, l’approvazione dello strumento urbanistico è un passaggio da accogliere con soddisfazione in «una città dove anche l’ordinario diventa una conquista straordinaria»

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Finalmente Vibo ha il suo Piano strutturale comunale. Dopo anni e anni di attesa, sedute di Commissione vanificate dalle assenze dei consiglieri, un Consiglio durato giorni e giorni, condito dalle ormai abituali tensioni interne alla maggioranza (come interpretare altrimenti le dimissioni del presidente della Commissione Urbanistica?), la città si sta per dotare (l’iter burocratico è in corso), di un Psc che aspettava con ansia. 

Informazione pubblicitaria

Oltre che autorizzare e regolamentare lo sviluppo urbanistico del territorio comunale, il Piano potrebbe anche rappresentare una piccola scintilla per la ripresa economica del territorio. Naturalmente ci riserviamo di giudicare la bontà del documento dopo averlo studiato: le criticità del documento originale non mancavano, e ci auguriamo che le osservazioni – valutate al fotofinish dall’intera assemblea – abbiamo migliorato la qualità del Psc. Tutto ciò lo auspichiamo per il bene di una città in stagnazione demografica che, per creare o recuperare qualche posto di lavoro, e con diverse abitazioni e edifici commerciali vuoti vede nell’edilizia un barlume di speranza per il futuro; è poco e non è sicuramente sufficiente a risollevare il territorio ma, questa è l’amara realtà. 

Vibo e la sua provincia devono festeggiare come delle conquiste, “l’avvicinamento della prima delle tre tappe fondamentali stabilite per l’avvio dei lavori del nuovo ospedale”: questa citazione di una nota della Cgil, organizzazione alla quale ci sentiamo molto vicini, dà l’idea di quali e quanti siano i ritardi, il tergiversare, il sonno e il silenzio, intervallati da sporadici proclami e promesse, dei nostri rappresentanti politici di oggi e di ieri. 

Oppure dobbiamo “festeggiare” lavori di ordinaria amministrazione quali il miglioramento della viabilità, la pulizia della strade, delle aiuole e delle spiagge; argomenti che, non essendo affatto scontati e acquisiti, necessariamente arrivano a occupare una fetta consistente del dibattito civico-politico, con botta e risposta tra cittadini e amministratori, persino di appelli di amministratori fatti all’Amministrazione. 

Poiché non vogliamo sottrarci a questo dibattito, facciamo alcune segnalazioni, sempre con spirito costruttivo s’intende. Ricordiamo alla Provincia di Vibo Valentia che in estate il traffico aumenterà. E’ di assoluta urgenza intervenire su quella costellazione di buche che è la provinciale per Tropea e Ricadi, alcune delle quali in un rettilineo dove si procede ben oltre i limiti di velocità. Ma dovunque in provincia aumenteranno i veicoli lungo le nostre strade, per via dei turisti e dei calabresi emigrati che trascorreranno le loro ferie qui. 

Vibo Valentia, approvato il Piano strutturale comunale

Facciamo i complimenti all’Amministrazione di Vibo Valentia e alla Dusty Srl per la pulizia delle spiagge, ma anche ai lavoratori che si sono adoperati: troppo spesso però sentiamo snocciolare percentuali e numeri, ma non ci fermiamo mai a riflettere su quale sia il grado di soddisfazione degli operatori ecologici, che in fondo sono il vero motore che muove tutto il sistema della raccolta dei rifiuti. 

Sinistra Italiana esprime solidarietà ai lavoratori della Dusty in agitazione, perché si devono sottoporre a lavoro supplementare e straordinario non totalmente retribuito. Va bene garantire il servizio, ma dopo dei tagli all’organico è legittimo chiedersi quale sia il prezzo pagato dai lavoratori. 

Infine auspichiamo la costituzione dell’assemblea dell’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale! La creazione dell’Ato è un passaggio formale importante quanto la crescita della percentuale di raccolta differenziata nel comune capoluogo. Solo allora si potranno ricevere i fondi regionali, già stanziati, e programmare azioni di smaltimento e trattamento dei rifiuti sul territorio provinciale, cogliendo qualche opportunità di miglioramento dei servizi, della qualità dell’ambiente e anche di posti di lavoro.

*Coordinatore cittadino Sinistra italiana Vibo

LEGGI ANCHE:

Psc, la soddisfazione del gruppo “Per Vibo Popolare con Costa”

Vibo Marina, spiaggia liberata dai rifiuti: «Tocca a cittadini e turisti lasciare pulito» (VIDEO)

 

Viabilità al collasso nel Vibonese, Niglia “offre” all’Anas le principali strade della provincia