Joppolo, cordoglio “social” per Riina: Taccone espulso dalla maggioranza

Il consigliere comunale non si è dimesso nonostante gli inviti del suo gruppo che l’ha così sfiduciato dopo il post con cui chiedeva “Un minuto di silenzio per zio Totò”. Ribadito il principio che «un’amministrazione deve essere portatrice di sani principi» 

Il consigliere comunale non si è dimesso nonostante gli inviti del suo gruppo che l’ha così sfiduciato dopo il post con cui chiedeva “Un minuto di silenzio per zio Totò”. Ribadito il principio che «un’amministrazione deve essere portatrice di sani principi» 

Informazione pubblicitaria
Il Comune di Joppolo
Informazione pubblicitaria

Nell’ultima seduta del civico consesso gli era stato lanciato un ultimatum: dimissioni da consigliere comunale o espulsione dal gruppo. Visto che le dimissioni non sono mai arrivate, il gruppo consiliare di maggioranza di Joppolo “Insieme per ricominciare” ha comunicato ufficialmente che Mimmo Taccone è fuori dal raggruppamento che sostiene il sindaco Carmelo Mazza

Informazione pubblicitaria

La decisione segue il caso sollevato da un articolo de “Il Vibonese” nel quale si dava conto di come Taccone il giorno della morte di Riina (il 17 novembre) avesse pubblicato un post nel qualche testualmente chiedeva “Un minuto di silenzio per zio Totò”.

L’autore aveva poi tenuto a precisare come si trattasse, a suo dire, di un messaggio ironico, per “denunciare” il grande clamore che la notizia della scomparsa del boss di Cosa nostra aveva suscitato e, in un primo momento, il sindaco, pur condannando quell’espressione, aveva preso le sue difese parlando di una “leggerezza”. In tanti, al contrario, avevano invocato provvedimenti a carico del consigliere e il Codacons Calabria si era spinto a chiedere l’interessamento di Prefettura e Commissione parlamentare antimafia.

«Il gruppo – fa sapere ora la maggioranza – a memoria di tutte le vittime della mafia e dalla parte di tutti i cittadini onesti che la combattono ogni giorno, ribadisce la propria mortificazione per il gesto del giovane consigliere comunale Mimmo Taccone». E ancora: «Un’amministrazione comunale deve essere portatrice di principi moralmente sani e ineccepibili, deve tutelare l’integrità morale di tutta la cittadinanza, di tutte le donne e gli uomini perbene, deve per prima essere specchio di trasparenza, legalità ed irreprensibilità». 

Irreprensibilità che sarebbe dunque venuta meno dopo l’incauta uscita di Taccone che, nei fatti, e malgrado, come detto, un’iniziale difesa del primo cittadino, è stato subito messo di fronte alle proprie responsabilità.

LEGGI ANCHE:

Muore Totò Riina e nel Vibonese un consigliere chiede su facebook un minuto di silenzio per “zio Totò”

Comune Joppolo: i consiglieri di maggioranza chiedono le dimissioni di Taccone

Cordoglio per Riina su Facebook, il consigliere di Joppolo Siclari esprime: «Sgomento e indignazione»

Cordoglio per Riina su Facebook, l’ex vicesindaco di Joppolo Ventrice: «Gesto ingiustificabile»

Cordoglio per Riina su Facebook, parla il sindaco di Joppolo: «Il mio consigliere è stato frainteso»

“Un minuto di silenzio per Riina”, la replica di Taccone: “Era una frase ironica”

“Un minuto di silenzio per zio Totò”, il Codacons invoca l’intervento dell’Antimafia