martedì,Dicembre 7 2021

Tropea, si dimette un altro consigliere d’opposizione: Pietropaolo lascia

Dietro la scelta «motivi di famiglia e lavoro» ma peserebbe il clima instauratosi dopo le tristi vicende legate al cimitero

Tropea, si dimette un altro consigliere d’opposizione: Pietropaolo lascia

Perde un altro pezzo il Consiglio comunale di Tropea. Dopo le dimissioni di Virginia Saturno nei giorni scorsi, arrivano adesso quelle di Massimo Cono Pietropaolo, anch’egli consigliere di minoranza ma con delega all’Istruzione, incarico ricevuto dal sindaco Giovanni Macrì lo scorso novembre. Ufficialmente l’abbandono di Pietropaolo è da attribuire a «motivi di famiglia e lavoro», come riportato nel documento protocollato al Comune di Tropea in cui lo stesso rappresentante dell’opposizione definisce «irrevocabili» le dimissioni. In realtà, dietro la scelta dell’ormai ex amministratore, peserebbe il clima instauratosi nella Perla del Tirreno dopo il caso del “cimitero degli orrori”, la vicenda secondo cui, secondo la Procura di Vibo Valentia, la Gdf e il gip, nel sepolcreto cittadino il custode, Francesco Trecate, in complicità con il figlio Salvatore e Roberto Contartese, avrebbe eliminato le spoglie di alcuni defunti per fare posto ad altre sepolture.

Già nei giorni scorsi, tramite la propria pagina Facebook, Pietropaolo aveva espresso la volontà di lasciare l’incarico, allargando la proposta a tutti i colleghi di assemblea. Un’idea che, evidentemente, non ha trovato appoggio né tra i banchi dell’opposizione né tra quelli della maggioranza, portando così l’ex responsabile dell’Istruzione a lasciare definitivamente Palazzo Sant’Anna. Dopo le dimissioni di Virginia Saturno e la surroga con Annunziata Rombolà, in Consiglio dovrà dunque subentrare un altro dei non eletti della lista Rinascita per Tropea. Il nome è quello di Stefano Scordo, ma voci di corridoio ipotizzano una probabile rinuncia all’incarico da parte dello stesso. Le uniche certezze, al momento, sono gli strascichi lasciati da una vicenda che ha scosso l’opinione pubblica nazionale e non solo.

Articoli correlati

top