giovedì,Luglio 29 2021

Ospedali di Vibo e Tropea, l’Asp riattiva alcune prestazioni sanitarie

Il periodo di lockdown determinato dall’emergenza Covid-19 aveva obbligato l’Azienda sanitaria provinciale a ridimensionare molti servizi ospedalieri

Ospedali di Vibo e Tropea, l’Asp riattiva alcune prestazioni sanitarie
L'ospedale Jazzolino di Vibo Valentia
Maria Bernardi, commissario dell’Asp di Vibo

Come è noto, il periodo di lockdown, determinato dall’emergenza Covid-19, aveva obbligato il servizio sanitario regionale, e quindi l’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, a ridimensionare molte prestazioni sanitarie territoriali e ospedaliere. Superata la fase critica dell’emergenza coronavirus, con il consolidamento della campagna vaccinale, si sono quindi create le condizioni per ripristinare la normale operatività.[Continua in basso]

Dopo la riattivazione e il potenziamento dei posti letto presso le unità operative dell’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia, quali la Medicina, la Cardiologia, la Chirurgia e l’Ortopedia, il commissario straordinario dell’Asp Maria Bernardi, affiancato dal referente aziendale sanitario Antonio Talesa, ha disposto l’attivazione di altre importanti attività ospedaliere. Dal 28 giugno scorso, infatti, sono state riavviate le attività di assistenza ai pazienti non Covid in regime di Day Hospital presso l’unità operativa di Malattie Infettive dello Jazzolino.

«Durante il periodo dell’emergenza Covid è mancato il contatto diretto con i pazienti ai quali abbiamo comunque garantito, sia pure telefonicamente, l’assistenza continua della terapia – ha dichiarato Alfredo Vallone, dirigente medico delle Malattie Infettive – Da questo momento, grazie all’attenzione del management aziendale, sarà finalmente possibile effettuare in presenza, i periodici controlli ai pazienti affetti da HIV (tra i quali vi sono anche dei bambini) che si rivolgono a noi da tutta la provincia vibonese e dalle provincie di Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria, mediante le prestazioni di Day Hospital». [Continua in basso]

Da metà agosto sarà, inoltre, attivato l’ambulatorio di medicina cardiovascolare presso l’ospedale di Tropea grazie al quale sarà possibile garantire funzioni diagnostiche, terapeutiche e preventive di primo livello per le patologie di pertinenza cardiovascolare nell’adulto.

«L’attivazione di questo servizio consentirà ai pazienti esterni di poter usufruire di importanti prestazioni quali visita cardiologica + Ecg, ecocardiogramma color doppler, Ecg dinamico secondo holter, test ergometrico con pedana mobile, evitando che i soggetti affetti da malattie cardiovascolari che orbitano nel territorio dell’area distrettuale di Tropea, siano costretti a recarsi presso l’ospedale Jazzolino – ha dichiarato il direttore del dipartimento Emergenza urgenza e accettazione Michele Comito – L’ambulatorio svolgerà anche attività di consulenza cardiologica per i pazienti afferenti all’ospedale di Tropea tramite il Pronto soccorso o in cura presso l’unità operativa di Urologia, Oncologia e Nefrologia».

top