mercoledì,Gennaio 19 2022

Emergenza Covid, nel Vibonese centinaia i casi attivi: preoccupano le scuole

Diversi i plessi chiusi. Situazione critica a Mongiana e Ricadi, dove sono stati messi in quarantena gli anziani della Casa accoglienza. Respiro di sollievo a Serra: tamponi negativi per due classi

Emergenza Covid, nel Vibonese centinaia i casi attivi: preoccupano le scuole

Il Covid rialza la testa nel Vibonese e a preoccupare è soprattutto l’espandersi del contagio all’interno delle scuole, tant’è che diversi plessi sono stati chiusi. Ad oggi sono quasi quattrocento i casi attivi in tutta la provincia (393 nell’ultimo bollettino regionale), di cui otto ricoverati nel reparto Covid dell’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia. [Continua in basso]

Una delle situazioni più allarmanti è quella di Mongiana, dove il rapido aumento dei casi positivi (22 ad oggi) ha portato il primo cittadino Francesco Angilletta a prendere una serie di provvedimenti restrittivi. In particolare, sono state chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado fino al 5 dicembre. Vietato anche l’ingresso nel campetto sportivo e nel parco giochi. Inoltre, fino al 9 gennaio su tutto il territorio comunale sarà obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto.

Preoccupa l’evoluzione del contagio anche a Ricadi. Qui, nelle ultime ore, di ordinanze di quarantena ne sono state firmate a decine. In seguito all’emergere di alcuni casi positivi tra gli alunni, sono state sospese le lezioni in presenza nel plesso scolastico (elementari e medie) sito in via provinciale a Orsigliadi e in una classe della primaria di Santa Domenica. Circa una dozzina i bambini positivi, con conseguenze in ognuna delle famiglie. Riverberi anche nella Casa cccoglienza di San Nicolò, con personale e gli anziani ospiti messi tutti in quarantena. «Di concerto con l’Asp stiamo monitorando la situazione e valutando, in caso di ulteriori incrementi, l’adozione di necessarie misure più ristrettive», ha comunicato il sindaco Nicola Tripodi, rinnovando l’invito a sottoporsi a vaccinazione: «Vi invito fortemente a fare questa scelta di responsabilità, ne va della salute di tutte e tutti noi. Il vaccino ad oggi è l’unica possibilità per uscirne e lasciarci alle spalle questa pandemia, aiutiamoci e vinciamo. Insieme». [Continua in basso]

Scuola media chiusa da oggi anche a Cessaniti, dopo che sei studenti sono risultati positivi al test antigenico. A Pizzoni chiuso invece un asilo dopo che è risultato positivo al molecolare uno dei bimbi: tutti gli altri sono stati posti in quarantena in attesa di essere sottoposti a tampone.

A Mileto su 30 casi attivi, quasi la metà riguardano studenti. Tra i positivi ci sono 5 bambini di asilo (più 3 maestre), 4 alunni dell’istituto comprensivo e 5 della ragioneria. «Atteniamoci alle norme in materia, che come ho già detto sono cambiate e non prevedono più, salvo emergenze particolari, ordinanze di chiusure dei plessi», ha spiegato il sindaco Salvatore Fortunato Giordano.

Respiro di sollievo a Serra San Bruno, dove ieri mattina si è tenuto uno screening per gli studenti di una classe del liceo, dove era emerso un caso positivo. «Tutti negativi i tamponi effettuati: fra cinque giorni gli studenti ripeteranno il controllo – ha informato il sindaco, Alfredo Barillari -. Stesso risultato per gli alunni di una classe elementare, in cui è stato riscontrato un caso positivo al test rapido e sottoposti allo screening giovedì scorso (previsto per domani il secondo controllo)».

A Nicotera in seguito alla positività di uno degli insegnanti di strumento musicale, da qualche giorno sono stati posti in Dad alcuni alunni della scuola media, fino all’esecuzione del tampone molecolare nella giornata di domani.
In quarantena anche diverse classi degli istituti superiori di Vibo Valentia, a seguito dell’emergere di casi di positività all’interno delle stesse.

Articoli correlati

top