giovedì,Luglio 25 2024

Ospedale di Serra: Figliucci e Regio incontrano Giuliano e ricevono garanzie

Faccia a faccia tra i due consiglieri comunali di minoranza e il commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale. Presente anche il consigliere regionale Francesco De Nisi

Ospedale di Serra: Figliucci e Regio incontrano Giuliano e ricevono garanzie
L'ospedale di Serra San Bruno

I consiglieri comunali di Serra San Bruno Biagio Figliucci e Vito Regio hanno incontrato il commissario dell’Asp di Vibo Valentia, Giuseppe Giuliano, al fine di avere tutte le informazioni utili in merito al futuro dell’ospedale “San Bruno” e, in particolare, alla possibilità di assumere specialisti, vista la carenza sempre più grave di tali figure. Alla riunione, considerata «proficua» e volta ad affrontare «aspetti concreti», ha preso parte anche il consigliere regionale Francesco De Nisi. «Il commissario – hanno commentato Figliucci e Regio a margine dell’incontro – ci ha rassicurato sul fatto che l’ospedale non solo non chiuderà, ma sarà arricchito con diversi ambulatori. Abbiamo insistito sulla mancanza di medici e personale sanitario e su questo il commissario ci ha garantito che presto saranno operativi due chirurghi e, a breve, sarà pubblicato il bando per l’assunzione di un radiologo, un anestesista e un ortopedico».
L’attenzione è stata rivolta anche alla necessità di aggiungere una seconda ambulanza: l’argomento sarà approfondito a seguito della presentazione di una mozione da discutere a Palazzo Campanella tesa a risolvere il problema su base regionale. Quanto al servizio di elisoccorso notturno, è stata esposta l’esigenza di ottenere «uno spazio, verosimilmente una piazza illuminata, per l’atterraggio».

Infine, la discussione si è concentrata sull’argomento chiave delle ultime settimane: la realizzazione della Casa della Comunità. Figliucci e Regio hanno proposto come alternativa all’ubicazione nei locali dell’ospedale quella nell’ex Kursaal da ristrutturare con i fondi del Pnrr. «Ad ogni modo, rimarremo vigili – hanno affermato i due consiglieri di minoranza – nella fase di progettazione, anche se c’è da specificare che non si tratta di un intervento di rapida realizzazione, considerata anche la permanenza di criticità organizzative e gestionali». Francesco De Nisi, da parte sua, ha manifestato «disponibilità» a sostenere l’azione di Regio e Figliucci, «perché – ha spiegato il consigliere regionale – i territori e le comunità locali, soprattutto in questo particolare momento storico, hanno assoluto bisogno di servizi efficienti in campo sanitario e che siano in grado di fornire risposte immediate».

Articoli correlati

top