domenica,Dicembre 4 2022

Sanità Vibonese, comitato ristretto dei sindaci incontra il management dell’Asp

Durante l'incontro si è fatto il punto della situazione sugli interventi sanitari già svolti, in essere e previsti. Diversi obiettivi riguardano i nosocomi della provincia

Sanità Vibonese, comitato ristretto dei sindaci incontra il management dell’Asp
La sede dell'Asp di Vibo Valentia
Giuseppe Giuliano Commissario Asp di Vibo Valentia

Comprendere da vicino le iniziative messe in campo per migliorare l’erogazione dei servizi sanitari e fare il punto sulle attività già svolte e su quelle in cantiere. Con questi obiettivi si è tenuta ieri una riunione tra il comitato ristretto dei sindaci del Vibonese e il management dell’Azienda sanitaria di Vibo Valentia. Un appuntamento cui farà seguito l’assemblea dei sindaci convocata per il prossimo 2 dicembre per illustrare quanto appreso proprio nell’incontro di ieri, al quale hanno preso parte, in quanto componenti del comitato, oltre al sindaco del capoluogo Maria Limardo anche i colleghi di San Nicola da Crissa, Giuseppe Condello e di Monterosso, Antonio Lampasi. Per l’Asp erano invece presenti il commissario Giuseppe Giuliano e il direttore sanitario Matteo Galletta.
Presente, inoltre, il consigliere regionale Michele Comito, presidente della commissione Sanità di Palazzo Campanella.
Il management dell’Asp ha quindi illustrato le attività, alcune delle quali strutturali, in fase di ultimazione che puntano in particolare a rendere maggiormente funzionali i presidii ospedalieri del territorio, a cominciare dallo Jazzolino di Vibo Valentia. Qui, a breve si procederà infatti alla
riapertura del reparto di Malattie infettive, all’apertura di Medicina interna che non sarà più reparto Covid, all’ampliamento dei locali del Pronto soccorso con consegna del nuovo padiglione di Terapia intensiva, ed ancora allo smaltimento delle vecchie strutture come la cucina e la vecchia direzione sanitaria che verranno adibite ad ambulatori per decongestionare l’ospedale; si procederà, inoltre, al riammodernamento della ex sala mensa al posto della quale verrà allocata la farmacia ospedaliera. [Continua in basso]

Ma di fondamentale importanza sono altre due circostanze: la ripresa dell’attività chirurgica, in virtù della presenza di anestesisti in prestazione aggiuntiva provenienti da altre Aziende e la riapertura, dopo circa un decennio, della sala operatoria di Ginecologia ed Ostetricia. Numerosi, poi, sono gli interventi di carattere tecnico come l’installazione di 35 condizionatori e la sostituzione dei blocchi frigo e delle caldaie, o il rifacimento della pavimentazione dei Pronto soccorso di Vibo e Tropea. Lavori di ristrutturazione riguarderanno inoltre le strutture sanitarie di Pizzo, Moderata Durant, mentre la manutenzione edilizia ed impiantistica interesserà Ortopedia, Sala operatoria e Radiologia di Tropea. Analoghi interventi sono previsti a Soriano e Serra San Bruno, mentre a Mongiana verrà rifatta la copertura della guardia medica. Sul fronte della progettazione nell’ambito delle risorse del Pnrr, l’Azienda sta procedendo con la redazione del Documento preliminare di progettazione (Dpp) e gli studi di fattibilità per le Centrali operative di Pizzo e Nicotera, e del Dpp per l’adeguamento antisismico dell’ospedale di Vibo. E ancora, la redazione degli studi di fattibilità per gli ospedali di comunità di Tropea e Soriano e per le case di comunità di Soriano, Serra, Nicotera, Mileto e Filadelfia. Tutte le progettazioni definitive ed esecutive di tutti gli interventi a valere sul Pnrr inizieranno entro dicembre. Per quanto concerne l’aspetto prettamente sanitario, è stata rimarcata la difficoltà a reperire personale medico in misura sufficiente a garantire prestazioni ottimali, anche se le iniziative messe in campo per il reclutamento si auspica possano portare a breve ad un netto miglioramento della situazione. Il sindaco Maria Limardo, a nome del comitato, ha espresso apprezzamento per le iniziative portate avanti auspicando un continuo e costante miglioramento dei servizi, proprio nella direzione indicata dal commissario. “Noi sindaci – ha rimarcato il primo cittadino di Vibo – ci facciamo portatori delle istanze delle nostre comunità e sappiamo bene che il bisogno di salute sta in cima ai pensieri di ogni cittadino. Vigileremo affinché nulla venga lasciato al caso e continueremo a collaborare con l’Azienda sanitaria per una sempre più proficua sinergia istituzionale nell’interesse massimo della collettività del Vibonese” .

LEGGI ANCHE: Dipartimenti e reparti degli ospedali vibonesi, gli obiettivi dell’Asp

Articoli correlati

top