sabato,Settembre 30 2023

Il Comitato “San Bruno” «pretende» la Casa di comunità fuori dall’ospedale

Toni duri contro il sindaco Alfredo Barillari invitato a prendere posizione sull'atto aziendale dell'Asp

Il Comitato “San Bruno” «pretende» la Casa di comunità fuori dall’ospedale
L'ospedale di Serra San Bruno

Il Comitato civico “San Bruno“, sorto a difesa dell’ospedale di Serra San Bruno, accoglie con favore la disponibilità manifestata dal sindaco Alfredo Barillari di prendere in considerazione la proposta avanzata nei giorni scorsi dal sodalizio in ordine all’allocazione della Casa di comunità. «Disponibilità fredda e flebile appresa a mezzo stampa, nonostante il Comitato appare il primo destinatario della missiva ancora non pervenutaci».
Sul documento, i componenti del comitato si dicono pronti «a esprimere tutte le motivazioni di questo mondo per rispondere in maniera dettagliata alle farneticazioni del sindaco, ma l’argomento di cui si tratta – il futuro della rete ospedaliera e della medicina territoriale di questo territorio – merita tutta la serietà necessaria». Ribadiscono quindi «l’allocazione della Casa di comunità – prevista nell’ultimo atto aziendale dell’Asp di Vibo – al di fuori dell’ospedale. Dove e come farla – precisano duramente -, non spetta al Comitato deciderlo. La nostra proposta è stata protocollata a chi di dovere, ora pretendiamo da tutti i vertici interessati di avere presto risposte ufficiali in merito». [Continua in basso]

Alfredo Barillari

Puntando il dito contro lo stesso Barillari, pongono l’accento sulla «differenza» tra il metodo scelto dal Comitato per affrontare l’argomento, «avanzando proposte, scrivendo a tutte le autorità, mettendo nero su bianco argomentazioni, numeri e soluzioni», e quello dello stesso primo cittadino che, a loro dire, «risponde alla proposta scrivendo alle medesime autorità lanciandosi in una sterile polemica nei confronti di esponenti del Comitato stesso» anziché fare squadra. «Il Comitato – in riferimento al documento – si domanda se il sindaco, il quale tiene molto a rivestire i panni istituzionali, prima di pubblicare quella specie di comizietto, lo abbia letto e, soprattutto, se si sia reso conto di averlo sottoscritto in qualità di sindaco della città Serra San Bruno e di averlo inviato ai sindaci del comprensorio, al commissario dell’Asp, ai dirigenti regionali ed al commissario ad acta per il piano di rientro. Se il Comitato avesse voluto polemizzare col sindaco, gli avremmo ricordato quanto da lui stesso affermato un anno fa proprio sulla Casa di comunità che “avrebbe riempito le stanze vuote dell’ospedale“. Gli avremmo ricordato anche della sua passerella mediatica durante la manifestazione svoltasi alla Cittadella regionale il 16 dicembre scorso, per poi disertare l’incontro tenutosi subito dopo con i vertici regionali per discutere l’allocazione della Casa di comunità».
Il duro affondo prosegue poi sottolineando come nel Consiglio comunale aperto di gennaio lo stesso Barillari «non aveva assunto alcuna posizione sulla problematica in questione e nel corso della seduta annunciava trionfalmente di avere trovato la soluzione con i vertici regionali, dislocandola nello spazio circostante il nosocomio. Ma di questa fantomatica soluzione ad oggi si sono perse le tracce». Soluzione peraltro già proposta dallo stresso Comitato il 16 dicembre ai vertici regionali «ma non presa in considerazione». Per il comitato, il sindaco Barillari «fino ad oggi non ha preso alcuna posizione sull’atto aziendale» e ricordano, infine, che ancor prima della stessa fondazione del Comitato, che alcuni componenti dello stesso lo avevano esortato a mettersi a capo del gruppo.

LEGGI ANCHE: Serra San Bruno, la minoranza: «Casa della comunità fuori dall’ospedale»

Casa comunità a Serra, la proposta: «Sia ospitata nella sede staccata del Distretto sanitario»

Serra, Comitato “San Bruno”: «Sull’ospedale visione miope dell’Asp»

Ospedale di Serra, il comitato “San Bruno” scrive ai vertici della Sanità calabrese

Articoli correlati

top