giovedì,Febbraio 29 2024

Asp di Vibo alle prese con la carenza di personale: prorogate attività aggiuntive

Provvedimento necessario per assicurare le attività assistenziali nei reparti del Dipartimento di Emergenza Urgenza

Asp di Vibo alle prese con la carenza di personale: prorogate attività aggiuntive
La sede dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia

Prorogare l’autorizzazione ai dirigenti medici del Dipartimento di Emergenza Urgenza per assicurare le attuali attività assistenziali e Lea dei reparti del suddetto Dipartimento, ricorrendo all’attività aggiuntiva, fino alla fine dello stato di emergenza per carenza di personale, al fine di continuare a garantire l’erogazione degli attuali livelli essenziali di assistenza e scongiurare possibili interruzioni di continuità assistenziali. E’ quanto deliberato dal commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale, Giuseppe Giuliano, considerate le attuali carenze di organico medico che determinano l’impossibilità di assicurare la regolare turnistica e l’erogazione dei servizi al fine di garantire i livelli essenziali di assistenza. Le prestazioni aggiuntive risultano così indispensabili al fine di garantire l’erogazione delle attuali attività assistenziali e dei servizi nelle U.O. del Dipartimento sopracitato e nelle postazioni del S.E.U. 118. Tali attività aggiuntive, da rendersi fuori dall’orario di servizio istituzionale in regime di attività libero-professionale, saranno remunerate, così come previsto dall’art. 14, comma 6 del Ccnl 2002-2005 così specificate: Anestesia e Rianimazione euro 100,00; S.E.U. 118 euro 80,00 e Pronto Soccorso euro 80,00. Dette prestazioni erano state autorizzate fino al 31 marzo 2023, e comunque prorogabili fino alla fine dello stato di emergenza, e carenza personale medico nelle Unità del Dipartimento Emergenza Urgenza. [Continua in basso]

Considerato che vi è ancora grave carenza di personale e non è possibile la copertura totale dei turni di servizio nel Dipartimento di Emergenza-Urgenza e che in tale periodo rientra la stagione estiva con le dovute ferie, e quindi con notevole difficoltà alla redazione della turnistica, è stato necessario prorogare l’espletamento delle prestazioni aggiuntive fino al 31 dicembre 2023 e comunque prorogabili fino alla fine dello stato di emergenza, per carenza di personale del Dipartimento.

LEGGI ANCHE: Nuovo ospedale di Vibo Valentia, dopo 19 anni ripartono i lavori – Video

Alfredo De Nardo è il nuovo Direttore responsabile della Cardiologia – Utic di Vibo

Ancora disservizi a Nicotera tra Guardia medica chiusa e 118 che non arriva, il sindaco: «Ora basta»


top