lunedì,Marzo 4 2024

Guardia medica di Nicotera, l’Asp cerca medici per garantire l’apertura h24

L'Azienda sanitaria chiarisce che è necessario assicurare nel più breve tempo possibile la giusta copertura sanitaria per la popolazione

Guardia medica di Nicotera, l’Asp cerca medici per garantire l’apertura h24
La Guardia medica di Nicotera

La Guardia medica di Nicotera, – da mesi ormai al centro di una battaglia per rivendicare il diritto all’assistenza sanitaria condotta in prima persona dal sindaco Giuseppe Marasco e che non è rimasta scevra da denunce presentate proprio dal primo cittadino alla Procura di Vibo – è interessata da una manifestazione d’interesse per “l’assunzione di personale medico da assegnare alla postazione di continuità assistenziale presso la sede del comune di Nicotera” indetta dall’Azienda sanitaria di Vibo. Su proposta del direttore del Distretto sanitario Unico, Raffaele Bava, il commissario straordinario dell’Asp, Generale Antonio Battistini, ha deliberato parere favorevole per il bando, ritenendo “necessario assicurare nel più breve tempo possibile la giusta copertura sanitaria per la popolazione del territorio in questione, al fine di prevenire il verificarsi di situazioni di disagio sanitario anche grave“. Il comune di Nicotera oltre a essere ad alta vocazione turistica, “anche per la particolare posizione geografica – precisa l’Asp – richiede il funzionamento del servizio di Continuità assistenziale h24″. La ricerca del personale medico è aperta all’assunzione a tempo determinato per massimo cinque medici, anche in quiescenza, e il contratto avrà una durata minima di almeno 90 giorni, eventualmente prorogabile. Quanto alla turnistica sarà quella prevista dalla normativa vigente e si svolgerà con le modalità atte a garantire l’apertura della Guardia medica h24.

LEGGI ANCHE: L’Asp incontra i comitati ospedalieri di Vibo, Serra, Tropea e Nicotera

Vibo, nuova protesta per la sanità davanti allo Jazzolino: «Qui diritto alla salute mortificato» – Video

Ancora disservizi a Nicotera tra Guardia medica chiusa e 118 che non arriva, il sindaco: «Ora basta»

top