martedì,Maggio 28 2024

Medici cubani a Vibo, Mammoliti (Pd): «Al Pronto soccorso solo perché è stato sollevato il problema»

Continua il "botta e risposta" con il collega Michele Comito di Forza Italia

Medici cubani a Vibo, Mammoliti (Pd): «Al Pronto soccorso solo perché è stato sollevato il problema»
Raffaele Mammoliti
Michele Comito

«Prendo atto della nota del consigliere Comito, comparsa sulla stampa e mi rendo conto che innescare una polemica mediatica su aspetti sostanzialmente irrilevanti è l’unico modo per tentare di “distrarre” l’opinione pubblica dal “pasticcio” politico-istituzionale nel quale si è cacciato chi governa la sanità vibonese quando ha deciso, di propria iniziativa, di destinare i medici cubani ai reparti dell’ospedale di Vibo Valentia e non al Pronto Soccorso, per come era stato in precedenza pubblicamente annunciato». Continua il botta e risposta tra i due consiglieri regionali vibonesi sulla sanità territoriale, con l’esponente del Pd Raffaele Mammoliti che risponde al collega di Forza Italia Michele Comito. «Sinceramente non sono affatto interessato alle polemiche politiche strumentali che si sperticano in inconcludenti, inutili quanto nervose difese di ufficio. Pertanto, andiamo ai fatti per come si sono realmente svolti: il giorno dell’arrivo a Vibo dei medici cubani, mi sono recato, di mia spontanea iniziativa e senza aver ricevuto alcun invito in tal senso, all’ospedale Jazzolino per rendere, a detti medici, anche il mio doveroso e sentito saluto istituzionale. In quella sede ho appreso con sorpresa e dispiacere – spiega Mammoliti – che i predetti medici cubani sarebbero stati assegnati ai reparti dell’ospedale e non più al Pronto Soccorso come era stato in precedenza detto sulla stampa che aveva, fra l’altro, riportato a caratteri cubitali, anche le dichiarazioni rese dal presidente Occhiuto, secondo cui i medici cubani avrebbero aiutato soprattutto ad allentare la pressione nei Pronto Soccorso dei nostri ospedali. Sempre nella medesima sede, registravo anche, il forte disappunto, espresso verbalmente, dal primario del Pronto Soccorso nei confronti di questa scelta dell’ultimo minuto, di destinare i medici cubani ai reparti dell’ospedale e non al Pronto Soccorso. Dopodiché, mi decidevo ad esercitare le mie prerogative di consigliere regionale preoccupandomi di sottoporre il caso al presidente della Giunta regionale Roberto Occhiuto, nella sua qualità di Commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Calabria, al quale presentavo un’apposita interrogazione a risposta immediata. In particolare, con l’anzidetta interrogazione chiedevo al presidente Occhiuto, nella sua precitata qualità, di sapere chi e per quale valida ragione aveva disposto l’assegnazione dei medici cubani destinati al Pronto Soccorso dell’ospedale di Vibo Valentia ai reparti del medesimo ospedale. Tutto qui – conclude Mammoliti – e questi i fatti per come si sono realmente svolti. Sono sicuro che i medici cubani arriveranno al Pronto soccorso semplicemente perché è stato sollevato pubblicamente ed ufficialmente il problema. Il mio impegno non si ferma».

LEGGI ANCHE: Medici di famiglia, l’Asp di Vibo Valentia individua otto zone carenti

Mammoliti (Pd): «Situazione sanitaria drammatica a Vibo, non garantito diritto salute» – Video

Sanità, servizi cure primarie: l’Asp indice un concorso per l’assunzione di medici

top