domenica,Maggio 9 2021

Covid, oltre 500 i casi attivi nel Vibonese: i dati dell’Asp comune per comune

I numeri più alti si registrano nel capoluogo e nei sei territori attualmente zona rossa. Ventisette le persone ricoverate

Covid, oltre 500 i casi attivi nel Vibonese: i dati dell’Asp comune per comune

È di 527 il numero dei casi attualmente positivi sul territorio della provincia di Vibo Valentia. È quanto riporta l’Asp sul proprio sito: i dati sono stati aggiornati ieri sera e i contagi sono ripartiti comune per comune. Ventisette le persone che sono ricoverate in ospedale, tutti gli altri – ossia 500 soggetti – si trovano in isolamento domiciliare.

La città capoluogo, insieme alle sue frazioni, conta il maggior numero di casi attivi: sono 81 le persone positive che si trovano in isolamento domiciliare, cinque i ricoverati. Segue Sorianello, dove i contagiati sono ben 71 più altre due persone per le quali è stato necessario il ricovero in ospedale.

Quest’ultimo comune il 2 marzo scorso è stato dichiarato zona rossa dalla Regione: gli effetti dell’ordinanza cesseranno domani 17 marzo. Stessa sorte per Briatico, Dasà e Gerocarne che ad oggi – sempre secondo i dati dell’Asp – contano rispettivamente 37, 18 e 33 casi attivi sui propri territori. Dal 13 al 28 marzo, invece, le limitazioni della zona rossa sono valide a San Nicola da Crissa (38 contagi) e nella frazione Piani di Acquaro (in tutto il comune sono 16 i casi attivi).  

Altri comuni che superano la soglia dei venti contagi sono Soriano Calabro e Ionadi: 28 e 24 casi ad oggi attivi. Tutti gli altri territori presentano numeri più contenuti, mentre sono dodici i comuni al momento Covid free: in cui cioè, nella tabella Asp, è pari a zero il numero dei soggetti positivi. Dasà, nonostante non conti persone positive in isolamento domiciliare, registra due residenti ricoverati in ospedale.

Per quanto riguarda i 27 ricoverati, sono così ripartiti: uno è di Acquaro, due di Briatico, uno di Dasà, due di Drapia, uno di Mileto, quattro di Pizzo, uno di Pizzoni, due di San Calogero, uno di San Costantino Calabro, uno di Sant’Onofrio, uno di Serra San Bruno, due di Sorianello, due di Stefanaconi, cinque di Vibo Valentia e uno di Zungri.

Articoli correlati

top