Covid, blitz a partita di bocce: multe salate per 30 persone a Francica

Multe salate dei carabinieri che hanno identificato circa 30 persone mentre altre 10 sarebbero riuscite a dileguarsi
Multe salate dei carabinieri che hanno identificato circa 30 persone mentre altre 10 sarebbero riuscite a dileguarsi
Informazione pubblicitaria

Erano tranquillamente intenti a giocare a bocce in campagna, approfittando della bella giornata ma, all’arrivo dei carabinieri hanno lasciato tutto, “rompendo le righe” e dandosi ad una fuga generalizzata. In trenta, ma erano una decina di più, sono stati individuati e sanzionati per le violazioni alle prescrizioni anti assembramento. La passione per le bocce e il bel tempo hanno tradito i protagonisti di questa vicenda avvenuta in un terreno privato a Francica.

I quaranta appassionati si erano ritrovati in località Croce di Pietra nei pressi del cimitero comunale. Pensando erroneamente di non essere notati, stavano dando vita ad una partita che sarebbe dovuta rimanere segreta. A interrompere il match sono stati i carabinieri che, proprio in quelle ore, stavano effettuando un servizio di perlustrazione e di controllo del territorio. Solo in dieci sono riusciti a dileguarsi, alla vista dei militari, tra i terreni circostanti, gli altri sono stati identificati.

E tra questi, secondo quanto sarebbe emerso dai controlli, ci sarebbero anche un consigliere comunale e un appartenente alle forze dell’ordine. Multe salate per chi è stato identificato mentre sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri per identificare le persone sfuggite al blitz.