giovedì,Settembre 23 2021

Il saluto di Nuccio Caffo al prefetto Lulli: «Massima collaborazione»

Il commissario della Camera di commercio si dice certo che il rappresentante del governo «metterà in atto strategie e azioni funzionali alle necessità emergenti»

Il saluto di Nuccio Caffo al prefetto Lulli: «Massima collaborazione»

Messaggio di benvenuto al neo prefetto di Vibo Roberta Lulli da parte del commissario della Camera di commercio Sebastiano Caffo.

«A titolo personale e a nome dell’Ente che rappresento – scrive Caffo in una nota -, le porgo i migliori saluti e il benvenuto nella nostra città e nella nostra provincia, dichiarandole massima disponibilità al dialogo istituzionale e fattiva collaborazione per proseguire, con la Prefettura e gli altri partner territoriali, nel raggiungimento di comuni obiettivi di sicurezza e legalità per la civile convivenza, lo sviluppo delle imprese, la crescita economica, il benessere della comunità».

Aggiunge Caffo: «siamo convinti che è proprio dalle proficue relazioni fra i diversi livelli istituzionali che può arrivare quel senso di sostegno, coraggio e fiducia di cui, oggi più che mai, imprese, professionisti, giovani e cittadini hanno forte necessità per fronteggiare una situazione di inedita difficoltà economica e sociale e poter guardare al futuro con rinnovato ottimismo e nuove progettualità».

Quindi il commissario spiega: «la sfida che oggi si affronta a livello globale diventa titanica per la nostra regione, per la nostra provincia, in cui gli effetti devastanti della pandemia ancora in atto aggravano un quadro macroeconomico già segnato da endemiche criticità, mettendo a dura prova un sistema produttivo, economico e sociale capace e creativo che, caparbiamente, tenta di resistere per non disperdere sacrifici, investimenti, competenze, traguardi di eccellenza. La nostra terra merita opportunità per esprimere e valorizzare le sue risorse, le sue potenzialità, la qualità delle sue imprese, le competenze e il talento dei suoi giovani, il valore del mondo dell’istruzione, dell’associazionismo e del volontariato, per essere riconosciuta nella sua parte vera e migliore, di gran lunga superiore a quella rappresentata con soliti pregiudizi e stereotipi».

Caffo si dice certo che «il prefetto, che ben conosce la nostra realtà, forte della sua riconosciuta esperienza, competenza e apprezzata determinazione, metterà in atto, in continuità e con rinnovato slancio, strategie e azioni funzionali alle necessità emergenti. In questa direzione, condividendo attenzione e impegno, le formuliamo i migliori auguri di buon lavoro, confermandole massima e fattiva cooperazione».

Il commissario coglie, infine, «questa occasione per rivolgere i suoi saluti istituzionali anche al prefetto Francesco Zito e per ringraziarlo per quanto fatto per il nostro territorio».

Articoli correlati

top