domenica,Giugno 20 2021

Mileto, il tempio sacro della Madonna della Guardia torna a risplendere

Meno di 4 mesi fa la denuncia de Il Vibonese sul degrado in cui versava da decenni. Il ritorno a “nuova vita” grazie a dei volontari, supportati dal Comune

Mileto, il tempio sacro della Madonna della Guardia torna a risplendere

Il tempio in degrado

È una storia a lieto fine, quella riguardante la cappella intitolata a Mileto alla Madonna della Guardia, per decenni dimenticata e abbandonata a se stessa. Nel gennaio scorso Il Vibonese ha denunciato lo stato di colpevole degrado in cui versava il tempietto sacro, situato a pochi metri di distanza dall’entrata principale del Parco archeologico medievale che, fino al 1783, ospitava l’antica capitale normanna. Il giorno dopo il nostro articolo, a muoversi sono stati degli attivisti del locale gruppo Cinque Stelle, che “armati” di tagliaerba, rastrello e quant’altro, hanno avviato un primo intervento di pulizia e di ripristino dell’intera area dedicata alla Vergine.

Alcuni dei volontari al lavoro

A loro si sono via via aggregati alcuni volontari che, fuori da ogni contesto politico, hanno sentito il dovere morale e religioso di dare una mano affinché la cappella e l’area verde circostante, in cui campeggia una statua del Sacro Cuore di Gesù, ritornassero al loro antico splendore, a quando fino alla seconda metà degli anni ’80 – sino al giorno della sua morte – ad accudirli amorevolmente ci ha pensato il pensionato Antonio Ruffa. E ci sono riusciti visto che, con il supporto logistico e la fornitura del materiale occorrente da parte del Comune, il tempietto sacro e l’adiacente giardino, a meno di 4 mesi dalla nostra denuncia si presentano oggi totalmente rimessi a nuovo e al loro antico splendore, bisognosi solo di qualche piccola rifinitura finale.

La cappella della Madonna della Guardia, rappresenta uno dei luoghi simbolo della città sede di diocesi, elevato negli anni ‘50 dello scorso secolo in segno di gratitudine e di profonda devozione mariana. Il ritorno a “nuova vita” del luogo sacro e dell’area circostante, saranno festeggiati con una messa all’aperto che sarà celebrata in loco dal vescovo delle diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, monsignor Luigi Renzo, con molta probabilità alla fine di questo mese di maggio, tradizionalmente dedicato alla Madonna.

top