sabato,Maggio 18 2024

Mileto, edizione 2024 del Raduno internazionale dei Giganti: ecco la data

L’annuncio è dell’apposito comitato, pronto a riproporre una kermesse che negli anni ha avuto come suoi ospiti Enzo Iachetti e Maria Elena Fabi

Mileto, edizione 2024 del Raduno internazionale dei Giganti: ecco la data
Enzo Iachetti sul palco del Raduno dei giganti a Mileto

Venerdì 9 agosto. Sarà questa la data in cui si svolgerà, nel 2024, il “Raduno internazionale dei Giganti” di Mileto. L’annuncio viene dato dall’apposito comitato organizzatore che, forte del successo delle edizioni precedenti, si prepara a riproporre una kermesse che, via via, è riuscita a ritagliarsi uno spazio importante e a calamitare nella cittadina normanna decine di migliaia di spettatori. La rassegna è divenuta una delle più attese del panorama estivo provinciale vibonese, grazie anche alla presenza, negli anni scorsi, di centinaia di coppie di colossi in cartapesta e di ospiti famosi, quali lo storico conduttore di “Striscia la Notizia” Enzo Iacchetti, l’inviata di Rai Uno Maria Elena Fabi e la Fanfara dei Bersaglieri. Il legame tra Iacchetti e Mileto, tra l’altro, si è rinsaldato nel tempo sempre di più, tant’è che l’amministrazione comunale nel 2019 ha deciso di assegnargli un encomio solenne. Alla base del riconoscimento, il fatto che un “grande personaggio dello spettacolo come lui partecipasse disinteressatamente, con gioia ed entusiasmo al “Raduno internazionale dei Giganti”, tra l’altro dopo essersi sempre distinto “per la sua generosità e solidarietà, valori pienamente condivisi dalla comunità di Mileto”. Anche per questa edizione 2024 il comitato organizzatore promette grandi cose, nello specifico ospiti d’eccezione e oltre 50 coppie dei mitici Mata e Grifone e delle rispettive varianti, provenienti da tutta la Calabria e pronte ad esibirsi, a passo di danza, al rollio dei tamburi lungo corso Umberto I e nelle piazza cittadine. La tradizione dei “Giganti”, del resto, a Mileto vanta una storia lunga e consolidata. Essa, tra l’altro, è strettamente legata alla figura di Ruggero “Il Bosso”, il figlio del nobile normanno Tancredi D’Altavilla che nel 1058 ha elevato la città a capitale della propria contea. Attraverso la storia della nobile Mata e del truce saraceno Grifone (convertitosi al cristianesimo per amore), nello specifico, viene raccontato il processo di rilatinizzazione del meridione d’Italia portato a compimento nell’XI secolo dal “Gran Conte” Ruggero e dal fratello maggiore Roberto il Guiscardo.

LEGGI ANCHE: Truffe agli anziani, come riconoscerle: a Mileto successo per l’incontro informativo

Mileto, presentato il progetto “Contea, conoscenza, territorio, attrattività”

Mileto, al via la procedura per l’assegnazione delle cappelle cimiteriali

Articoli correlati

top