mercoledì,Aprile 17 2024

Casa comunità a Mileto, il sindaco: «Diventerà un centro di salute per il comprensorio»

La conferma è giunta nell’ultima riunione dei sindaci. Giordano: «Centro catalizzatore dove le persone troveranno risposta alle loro esigenze sanitarie»

Casa comunità a Mileto, il sindaco: «Diventerà un centro di salute per il comprensorio»

«A nome di tutta l’amministrazione comunale esprimo il mio più totale compiacimento e mi dichiaro assolutamente soddisfatto di questa bella prospettiva per la salute a Mileto. Ringrazio perciò la Regione, in particolare l’onorevole Michele Comito, e l’Asp 8 guidata dal commissario Antonio Battistini, per aver confermato nel Piano sanitario la nostra sede quale Casa di comunità, che fungerà appunto da Spoke e centro catalizzatore dove tante persone che ne avranno bisogno potranno trovare risposta alle loro domande in tema sanitario». Così si esprime il sindaco Salvatore Fortunato Giordano, sul fatto che nella cittadina normanna a breve dovrebbero iniziare i lavori per l’istituzione di una Casa di Comunità nell’attuale poliambulatorio. L’investimento complessivo programmato è di 1,6 milioni di euro, inseriti nel Pnrr. «La notizia – spiega l’attuale inquilino di palazzo dei normanni – è stata confermata nel corso della riunione dei sindaci tenutasi a Vibo Valentia, a cui ha partecipato su mia delega l’assessore Francesco Ciccone. All’esito dei lavori la struttura accoglierà una serie di servizi sanitari che proietteranno Mileto come centro della salute del comprensorio. Sarà possibile eseguire in loco visite ed esami di laboratorio ed è altresì prevista una postazione di cure primarie e di continuità assistenziale, con la presenza di specialisti di Medicina generale, per garantire il raccordo e una migliore presa in carico dei pazienti, di pediatri di libera scelta e di personale infermieristico di supporto, adibito anche a prestazioni domiciliari. Ci sarà anche una Guardia medica, attiva di notte e nei giorni festivi». Illustrato il tutto, il sindaco ci tiene poi a sottolineare che tra i servizi garantiti dalla Casa di comunità ci saranno anche quelli specialistici e diagnostici di cardiologia, pneumologia, diabetologia, oncologia, ortopedia e oculistica. «Non mancheranno, inoltre, i servizi di radiologia convenzionale (Tac, Rmn, Moc, Ecografia, Ecodoppler) e di prevenzione e promozione della salute (Educazione alimentare, consultoriali, sociali, scelta e revoca del medico di famiglia). Quest’ultimo sportello – conclude Giordano – consentirà l’iscrizione al Servizio sanitario regionale (Ssr), di scegliere e cambiare il medico di Medicina generale o il pediatra, di richiedere la Tessera sanitaria e di richiedere o rinnovare le esenzioni sanitarie».

LEGGI ANCHE: “Dentro la notizia” ha acceso i riflettori sulla sanità vibonese – Video

Sanità, il commissario dell’Asp di Vibo apre ai sindaci e li invita a lavorare nell’unità

Casa di Comunità hub a Nicotera: disco verde per l’approvazione del progetto definitivo

Articoli correlati

top