martedì,Giugno 28 2022

Pizzo, terminate le “Giornate Giorgiane 2022” per festeggiare il santo patrono

L’iniziativa organizzata dal Duomo di San Giorgio ed il Comune di Pizzo, giunta quest’anno alla seconda edizione, al centro di manifestazioni ed eventi

Pizzo, terminate le “Giornate Giorgiane 2022” per festeggiare il santo patrono

Terminate le “Giornate Giorgiane 2022” di Pizzo, iniziate il 6 maggio scorso per festeggiare il patrono San Giorgio. Fra novene, attività dei gruppi parrocchiali, fiaccolate, incontri, messe e sport, i cittadini di Pizzo hanno potuto gioire e festeggiare il proprio santo. In realtà, la ricorrenza di “San Giorgio” è il 23 aprile, ma è slittata per via della concomitanza con la Pasqua.
Quello appena passato è stato il weekend conclusivo delle celebrazioni, che ha visto lo svolgimento di molte attività. Sabato mattina, in piazza Repubblica, si è tenuta la giornata “San Giorgio & Sport”, dedicata a tutti i bambini delle scuole elementari di Pizzo per avvicinarli al mondo dello sport.
Erano presenti i bambini della scuola elementare della piazza e di San Sebastiano, accompagnati dalle rispettive maestre. Piazza della Repubblica è così diventata, per qualche ora, un insieme di campi sportivi: canestri, campi da pallavolo, gazebi per il tiro a segno. L’entusiasmo dei bambini era così forte che è stato impossibile passar di lì e non farsi coinvolgere. L’evento è stato organizzato in collaborazione con il Comune di Pizzo, il Coni ed il C.p.i., assieme ad associazioni sportive quali “Lory Volley Pizzo”, la federazione regionale dell’Unione Italiana del Tiro a Segno, “PizzoPlayGround” e la Federazione italiana sport Orientamento. [Continua in basso]

Elisabetta Carioti, Bruno Battaglia, don Pasquale Rosano, Luigi Tripodi, Giuseppe Dominello, Francesco Carello, Salvatore Vinci

Don Pasquale Rosano, parroco del Duomo di San Giorgio racconta: «Si respira un entusiasmo grandissimo e tutto anche grazie alle scuole, alla Croce rossa, alla protezione civile. E’ stata una giornata colorata di gioia, a cui hanno preso parte anche molti russi e ucraini. I bambini sono stati gli attori principali. Il messaggio che vogliamo lanciare è quello di “Camminare insieme”: non ci sono altre alternative. Per poter essere felici bisogna aggregarsi e condividere, e la Chiesa fa proprio questo. Lo sport, si sa, è un momento di aggregazione». Importante la presenza di Salvatore Vinci, referente della Federazione italiana Sport Orientamento, il quale riferisce: «Essere qui per me è motivo di orgoglio. I bambini sono entusiasti, spensierati e lo sport è la migliore occasione per aggregare. Siamo onorati di partecipare a questa seconda edizione delle giornate giorgiane».

Bruno Battaglia, delegato provinciale del Coni, spiega: «Lo sport è stato fermo negli ultimi due anni. Ecco perché noi del Coni siamo ancor più orgogliosi di partecipare ad eventi del genere. Ci sentiamo sempre vicini alle realtà delle associazioni. E poi, negli ultimi anni, i ragazzi hanno giocato solo con i computer. È tempo di tornare a riprendersi la vita».

Elisabetta Carioti, referente provinciale C.i.p. precisa: «Noi ci occupiamo di sport per diversamente abili. Oggi ci sono bambini che comunque sono riusciti a fare i percorsi, e questo fa molto capire anche quanto sia importante il lavoro di gruppo. Auspico che tutta la provincia possa organizzare attività per i più piccoli. La Calabria, sullo sport, ha dei numeri importanti a livello nazionale».
Luigi Tripodi, presidente regionale dell’Unione tiro a segno, spiega quindi che questo sport è abbastanza impegnativo e serve molta concentrazione per praticarlo. Nonostante ciò, «ho notato molto interesse, tanti bambini curiosi in questo momento di unione».
Gregorio Sarlo, presidente dell’associazione “Lory Volley Pizzo” sottolinea invece: «Siamo stati coinvolti da don Pasquale come associazione che possa dare un contributo. Abbiamo voluto far provare a questi bimbi la bellezza dello sport, capace di aggregare e di mandare messaggi di pace. I bambini sono stati entusiasti». Alex Famà, presidente di PizzoPlayGround, dal canto suo, racconta: «Lo sport è condivisione, unione, energia. Giornate come queste ne sono l’esatta conferma. Bisogna abituare i bambini a praticare attività sportive di qualunque tipo».

Una mattinata dedicata allo sport ed alla pace, dunque, due elementi che non possono prescindere l’uno dall’altro. Sabato pomeriggio, invece, nel Castello Murat si è tenuto un convegno dal nome “Legalità, trasparenza, imparzialità” promosso dall’A.n.c.r.i., durante il quale il commissario straordinario del Comune di Pizzo, Antonio Reppucci, don Pasquale Rosano, il presidente dell’A.n.c.r.i. Gaetano Paduano e il giornalista Maurizio Bonanno hanno interloquito con Guido Mario Geremia (generale della Guardia di Finanza). Le tematiche affrontate sono state diverse: il collante comune, chiaramente, è stata la legalità, perno fondamentale di tutte le civiltà. [Continua in basso]

Infine, le Giornate Giorgiane si sono concluse con “La primavera di San Giorgio”: i parrocchiani, referenti di comitati e associazioni locali hanno addobbato “via Chiaravalloti” (accanto al duomo) di fiori, sistemando anche banchetti con dolci tipici. Alle ore 19:00 c’è stata la messa di San Giorgio a cui ha partecipato pure il vescovo della diocesi Mileto-Nicotera-Tropea, Attilio Nostro. Terminata la celebrazione, il parroco, il vescovo ed il commissario straordinario hanno tagliato una torta nella piazzetta “Padiglione” assieme a tutti i cittadini e parrocchiani presenti, festeggiando così il santo e la fine delle ricorrenze. L’incontro è stato promosso da Ancri, presente con Gaetano Paduano.

Articoli correlati

top