venerdì,Aprile 12 2024

Vibo, scuola dell’infanzia senza mensa: genitori avvertiti con un «trafiletto whatsapp»

A darne notizia è il coordinatore cittadino del Pd Francesco Colelli, che sollecita l’assessore comunale alle Politiche sociali a fare presto luce sulla vicenda

Vibo, scuola dell’infanzia senza mensa: genitori avvertiti con un «trafiletto whatsapp»

Ai genitori dei bimbi che frequentano la scuola dell’infanzia di Vibo Valentia, nella giornata di ieri, è stato comunicato che da oggi, 31 maggio, il servizio di refezione scolastica terminerà. A darne notizia è il coordinatore cittadino del Partito democratico Francesco Colelli, il quale sottolinea che le famiglia sono state, peraltro, informate di tutto ciò con un semplice «trafiletto  whatsapp», dopo che la ditta incaricata del servizio mensa aveva, a sua volta, formalmente provveduto ad informare l’assessorato alla Pubblica istruzione di Palazzo Luigi Razza tramite Pec.

«Ora – si domanda il rappresentante democrat del capoluogo – tenuto conto che la scuola dell’infanzia cessa le proprie attività il 30 di giugno, i bambini proseguiranno con il “pranzo a sacco”? Nessun rispetto per le famiglie che, da dopodomani, si vedranno l’orario dei propri figli ridotto di tre ore, senza alcun preavviso. Non è accettabile tutta questa improvvisazione, questa gestione alla giornata, senza tenere conto dei bambini e delle famiglie. Come Partito democratico – questa la conclusione del coordinatore cittadino dem – crediamo che, con celerità, si debba pretendere dall’ente erogatore del servizio, la garanzia che lo stesso venga erogato fino alla fine delle lezioni». Da qui l’appello da parte di Francesco Colelli all’assessore alle Politiche sociali Rosamaria Santacaterina affinché intervenga immediatamente per fare chiarezza su una vicenda che appare decisamente incresciosa quanto sorprendente.

Articoli correlati

top