lunedì,Dicembre 5 2022

Premio Porto Santa Venere, i promotori soddisfatti: «Evento indimenticabile»

Il resoconto della serata andata in scena al porto di Vibo Marina «È stata una festa per la comunità». Ecco tutti i dettagli su evento e premiati

Premio Porto Santa Venere, i promotori soddisfatti: «Evento indimenticabile»
La premiazione a Vibo Marina

«Una serata indimenticabile quella della IX edizione del Premio Porto Santa Venere, nella suggestiva baia del porto di Vibo Marina, con un tempo splendido e una piacevole brezza di tramontana; tra le luci rosso e verde dei fanali del porto e quelle delle barche da diporto che lente rientrano allo scalo dalle isole Eolie. Un evento molto importante per tutta la comunità del nostro territorio, che ha partecipato numerosa, insieme a tanti ospiti attenti e partecipativi, all’ascolto delle tre belle storie proposte». L’idea – si legge in una nota stampa – è stata quella di una festa, bella e decorosa, che si incontra in spazi pubblici e dialoga, che sente di voler tutelare la propria identità, di promuovere il proprio territorio, di tutelare l’ambiente, la cultura e la legalità. [Continua in basso]

Premio Porto Santa Venere

«Il Premio Porto Santa Venere – sostengono i promotori – è stata un’occasione che gli intenditori e gli amanti di Vibo Marina non si son lasciati scappare. Anche dopo la fine della serata i presenti si sono intrattenuti in un clima sereno e gioioso. Non è stato un evento qualunque, ma una vera festa della comunità, che ha voluto partecipare numerosa alla serata, abilmente e simpaticamente condotta da due bravi giovani della Pro Loco, Ilenia Iannello e Rosario Carbone, i quali hanno saputo introdurre e far comprendere al pubblico le tre meravigliose storie protagoniste. Molto suggestivi anche i bellissimi spazi musicali del giovane musicista Fabrizio Febbraro, che ha allietato i presenti con le note del pianoforte portato per l’occasione sul posto».

All’evento erano presenti anche il nuovo comandante della Capitaneria di Porto C.F. Luigi Spalluto, il comandante della Stazione navale della Guardia di Finanza maggiore Pasquale Caiazza, il responsabile del settore nautico del distaccamento dei Vigili del fuoco di Vibo Marina Luciano  Lo Bianco, il nuovo dirigente scolastico dell’Istituto “A. Vespucci” di Vibo Marina Giuseppe Sangeniti, il portavoce del Terzo Settore Vibo Valentia Giuseppe Conocchiella, i presidenti delle Pro Loco di Rombiolo, Antonio Sangeniti, e di Pizzo, Vincenzina Perciavalle, con cui la Pro loco di Vibo Marina è gemellata; e ancora rappresentanti delle associazioni e organi di stampa.

I premiati

Come ogni anno l’evento si è svolto nella forma del talk show multimediale, che ha visto per ciascun racconto la proiezione di un filmato introduttivo e l’alternanza di testimonianze, domande, musica e interventi del pubblico.  Al momento della premiazione, sono state conferite delle Targhe Premio Porto Santa Venere 2022 con le seguenti motivazioni:

  • A Rony Haynes, Capitano del brigantino “Florette” di base nel porto di Vibo Marina,in occasione dei cento anni di vita dell’elegante veliero, per la sua storia antica nel commercio con la Calabria, per l’impegno odierno nel turismo ecologico e sostenibile rispettoso della vita del mare e dei valori preziosi della tradizione marittima, per l’amicizia reciproca che lega la nostra Comunità alla famiglia Haynes promotrice del nostro territorio costiero nel mondo.In segno di riconoscenza e stima Targa consegnata da Maddalena e Dario Messina.
  • A Giovanna Artese, leader delle “Cantine Artese” di Porto Salvo, per la straordinaria storia familiare che da tre generazioni cura antichi vitigni autoctoni,per il singolare esempio di giovane imprenditrice amante della propria terrache con coraggio e competenza ha sviluppatouna prestigiosa Azienda vinicola ispirata alla tradizione e all’innovazione, per il suo pregiato vino che ha conquistato il palato di tutto il mondopromuovendo la nostra Calabria. In segno di riconoscenza e stima. Targa consegnata da Giuseppe Conocchiella e Paolo Valle.
  • A Giovanni Canduci, giovane biologo marino dalle radici familiari legate alle antiche Tonnare, per aver acquisito straordinarie competenze nell’ambito dell’acustica marina e sulle tecnologie di pesca innovative, per la collaborazione con importanti Centri di Ricerca Internazionali, le numerose spedizioni nel Mediterraneo, Oceano Atlantico, Oceano Meridionale fino all’Antartide. Per l’amore che lo lega al porto di Vibo Marina e alla Gente di mare. In segno di riconoscenza e stima. Targa consegnata da Giuseppe Sangeniti e Vincenzina Perciavalle.

«L’evento, rappresentativo di una comunità che si riappropria dei propri spazi e dei propri eventi identitari, è stato possibile grazie all’impegno e alla passione del volontariato dei soci e amici della Pro Loco, specie di tanti giovani; un ringraziamento particolare al prof. Andrea Mamone, che ha organizzato gli spazi musicali, la gelateria “Il Gabbiano” di Francesco Tripodi, il vivaio dei Fratelli Amoroso, l’Ufficio tecnico comunale, e la ditta Mimmo Currà e Francesco Callipo. L’appuntamento, ormai tradizionale, è per il prossimo anno, con la X edizione del Premio Porto Santa Venere», concludono gli organizzatori.

Articoli correlati

top