sabato,Aprile 20 2024

A Mileto interessante incontro per la Giornata contro la violenza sulle donne

La manifestazione si è svolta nella sede del Cantiere musicale internazionale con la proposizione di brani e video sul tema e con un dibattito finale in sala

A Mileto interessante incontro per la Giornata contro la violenza sulle donne

“Essere donna oggi: il peso del coraggio”. Questo il titolo della manifestazione organizzata a Mileto in occasione dell’annuale Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. L’incontro-dibattito si è svolto all’interno del Cantiere musicale internazionale, organizzato dall’Amministrazione comunale, dalla stessa scuola di alta formazione con sede nell’ottocentesco palazzo San Giuseppe e dall’associazione “Le foglie di Dafne”. Nella prima parte dell’evento ampio spazio è stato dato alla musica, con una serie di famosi brani d’autore che raccontano le discriminazioni ancora oggi subite dalle donne nel mondo, proposti dagli allievi del Cmi in collaborazione con il maestro Giuseppe Iannello. Tra i momenti più significativi, la presentazione nell’auditorium “Umberto Micheli” di un video sull’attuale condizione delle femmine in Iran. [Continua in basso]

L’incontro è proseguito con il dibattito in sala. Tra gli interventi, quelli del sindaco di Mileto Salvatore Fortunato Giordano, dell’assessore ai Servizi sociali, Elisa Galloro, del presidente della Camera civile di Vibo Valentia, Francesca Gradia, del maresciallo della locale stazione dei carabinieri, Clelia Picascia, del vicario per il Clero della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, monsignor Giuseppe Fiorillo, del sindaco baby, Vanessa Arena, e dei counselor de “Le foglie di Dafne”, Kita Tassone e Aurelia Brugnano. Tanti gli spunti di riflessione emersi nel corso del dibattito, svoltosi davanti a un pubblico particolarmente interessato e attento. La discussione in sala ha, tra l’altro, evidenziato come gravi episodi di violenza sulle donne si registrino anche nel Vibonese e nella stessa Mileto, così come raccontato nel corso della suo contributo dallo stesso maresciallo Picascia. Spesso, però, dopo una prima denuncia per i maltrattamenti subiti dal proprio marito o compagno tra le mura domestiche, la donna fa marcia indietro, attanagliata dalla paura e quant’altro.

LEGGI ANCHE: Vibo, pieno di eventi per la giornata contro la violenza sulle donne

Violenza di genere, a Francica una fiaccolata per le vie del paese – Foto

Giornata contro la violenza sulle donne, la Polizia di Vibo in prima linea per sensibilizzare

Articoli correlati

top