giovedì,Luglio 25 2024

Tropea, cittadini esasperati per la mancanza di acqua e di diversi servizi

In una missiva inviata alla nostra testata, alcuni residenti chiamano in causa l'amministrazione comunale rompendo il silenzio ed elencando una serie di problematiche che interessano la "Perla del Tirreno"

Tropea, cittadini esasperati per la mancanza di acqua e di diversi servizi

Qualcuno inizia a rompere il silenzio sui continui disagi che si riscontrano nella “Perla del Tirreno” e, mostrando l’altro alto della medaglia con una lettera inviata alla nostra testata, porta all’attenzione dell’opinione pubblica tutte le difficoltà che la cittadinanza, residenti per primi, sta affrontando da diversi giorni. La prima fra tutte, che genera forte indignazione tra la popolazione, è la mancanza d’acqua che non consente più il consueto svolgimento delle normali attività quotidiane. «In questi giorni, divenuti troppi oramai, i cittadini di Tropea e i turisti sono esasperati – scrive un gruppo di tropeani– si ritrovano i rubinetti asciutti: l’acqua viene erogata per pochissime ore e mai con regolarità. Sulle cause nessuno è in grado di rispondere con certezza, per cui si rincorrono le giustificazioni più varie e ridicole. La realtà rimane quella di famiglie, – anziani magari, anche con seri problemi di salute – costrette a non poter svolgere attività quotidiane che dovrebbero essere normali in qualunque paese civilizzato: lavarsi, cucinare, utilizzare i servizi igienici. Tutto questo accade nel silenzio più assoluto dell’amministrazione comunale che, ostinatamente, non comunica nulla al riguardo forse per non guastare la narrazione di “Tropea paese in cui tutto funziona alla perfezione e invidiato da tutti”».

«Paese “perfetto” – continuano il gruppo di residenti – che esiste solo nella fantasia del sindaco e del suo entourage, mentre la realtà – sottolineano – dimostra che l’acqua non viene erogata, così come non ci sono parcheggi liberi né navette per il mare. Ed ancora: i servizi del locale ospedale sono ridotti a lumicino, le tasse imposte ai cittadini divenute esorbitanti. Il silenzio accomuna anche i consiglieri, troppo presi da preoccupazioni di carriera e dal proprio ego per occuparsi dei bisogni dei cittadini. È arrivato il momento di farsi sentire con forza e non rassegnarsi ripetendo che “il problema dell’acqua dura da anni”. È onesto ricordare come durante l’amministrazione del compianto Gaetano Vallone – ricordano ancora gli autori della missiva – il problema idrico era gestito con intelligenza, non facendo mai mancare l’acqua a nessuno. Ora, invece, i cittadini e le attività commerciali vengono danneggiati ogni giorno dall’incapacità di un’amministrazione preoccupata solo di sfornare vuoti comunicati stampa e favolette, con un’opposizione quasi inesistente. Auspichiamo un immediato cambio di rotta perché, rimanendo queste le condizioni, il prossimo mese di agosto rischia di diventare una “via crucis” per tutti indistintamente».

LEGGI ANCHE: Black out all’ospedale di Tropea nel reparto di Dialisi, vibrata protesta da parte dei pazienti

Ospedale di Tropea, pazienti in fila fuori al caldo per accedere al Pronto soccorso

Ospedale di Tropea, riprende a funzionare il reparto Dialisi ma si teme la chiusura del presidio

Ex Preventorio di Tropea, una “scatola dei ricordi” nel degrado con lavori fermi da oltre vent’anni

Tropea, il Comune approva il progetto di Polizia municipale “Sicurezza urbana 2023”

top