giovedì,Luglio 25 2024

Jonadi, a Nao successo per l’XI edizione della “Giornata dei calzini spaiati”

L’iniziativa d’inclusione sociale è stata promossa dall’Ic Pugliese” di San Costantino e da “Disabili senza barriere” coinvolgendo gli alunni della primaria

Jonadi, a Nao successo per l’XI edizione della “Giornata dei calzini spaiati”

Istituto comprensivo “Enotrio Pugliese” di San Costantino Calabro e associazione “Disabili senza barriere” insieme per l’XI edizione della “Giornata internazionale dei calzini spaiati”. L’iniziativa a sfondo sociale si è svolta all’interno della scuola primaria di Nao di Jonadi, coinvolgendo gli alunni e le alunne delle classi quinte, i docenti e i collaboratori del plesso. Obiettivo dell’incontro, sensibilizzare i bambini sui temi della diversità, uguaglianza, disabilità e inclusione sociale. E, al riguardo, ad ogni piccolo allievo dell’Ic guidato dal dirigente Luisa Vitale è stato chiesto di compiere il significativo gesto di indossare due calzini di colore, fantasia e tessuto differenti. «Con i calzini – sottolinea al riguardo il presidente di “Disabili senza barriere” Rocco Deluca – abbiamo giocato, ci siamo divertiti e abbiamo detto che tutto ciò che è diversità esiste e fa parte della quotidianità. Nel contempo abbiamo condiviso i valori dell’uguaglianza, del rispetto reciproco, dell’inclusione, della pace, dell’amicizia e della promozione delle singole peculiarità. Vista l’importanza del tema della giornata, l’augurio che ci facciamo è di poter vedere in futuro realizzata questa iniziativa in molte altre scuole del territorio vibonese». Nel corso dell’incontro in ogni singola classe della scuola primaria sono stati creati degli alberelli contrassegnati da colori diversi. Gli alunni e le alunne, dal canto loro, hanno contribuito ad abbellirli appendendo dei calzini con all’interno dei bigliettini con frasi, riflessioni e storie sui temi dell’amicizia e della diversità, scritti di proprio pugno. Nel contempo si sono anche cimentati in attività di gruppo, proponendo canzoni, recitando filastrocche e brani poetici ed esibendosi nel “ballo dei calzini spaiati”, realizzato per l’occasione da loro stessi.

LEGGI ANCHE: Olio d’oliva, a San Gregorio un corso per responsabile esperto di frantoio

top