martedì,Settembre 28 2021

Filippo Ceravolo come Paolo Borsellino: premio alla memoria degli innocenti vittime delle mafie

Il riconoscimento Astrea sarà consegna nel giorno di Santo Stefano. Il papà Martino: «Sono cose che in parte alleviano la nostra sofferenza». Tra gli insigniti altri due calabresi: Maria Antonietta Rositani e Peppino Mazzotta

Filippo Ceravolo come Paolo Borsellino: premio alla memoria degli innocenti vittime delle mafie
Martino Ceravolo non ha mai smesso di invocare giustizia per suo figlio

La memoria di Filippo Ceravolo, il diciannovenne di Soriano vittima innocente della ’ndrangheta, viene insignita del Premio Astrea, manifestazione riconosciuta dal Ministero della Giustizia. La consegna avverrà, a causa delle restrizioni legate alla pandemia, via web e sarà trasmessa in diretta sul canale 145 del digitale terrestre Padre Pio Tv e sul canale 852 su Sky, oltre che in streaming grazie alla piattaforma YouTube. Il premio sarà conferito, contestualmente, alla memoria del giudice Paolo Borsellino, ucciso a Palermo il 19 luglio 1992 nella strage di via D’Amelio assieme agli agenti della scorta. In collegamento da Milano, a ritirarlo, il fratello del giudice assassinato, Salvatore Borsellino.

Filippo Ceravolo
Filippo Ceravolo, vittima innocente della ‘ndrangheta

Un premio per il coraggio invece verrà conferito a Maria Antonietta Rositani, sfregiata a Reggio Calabria, il 12 marzo del 2019, dall’ex marito, che le diede fuoco mentre era all’interno della sua auto. Maria Antonietta, dopo oltre un anno e mezzo di operazioni e cure, solo recentemente è tornata a casa.  Tra i personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e della cultura che riceveranno il premio Astrea, lo showman Memo Remigi, cantante, autore e conduttore televisivo impegnato attualmente su la7 nel programma “Propaganda live”; l’ex campione del ciclismo Claudio Chiappucci; l’attore Peppino Mazzotta. Per la scrittura il riconoscimento andrà a Massimo Benenato, figlio dell’indimenticato Franco Franchi, grazie al suo ultimo successo “Sotto le stelle di Roma”. Un premio Astrea sarà dedicato, quindi, anche alla memoria di Franco Franchi e Ciccio Ingrazia. Premio anche a Pino Aprile, grande scrittore e giornalista meridionalista. Premio, quindi, all’università telematica Pegaso: in collegamento ci saranno il presidente nazionale Danilo Iervolino e la responsabile della sede di Lamezia Terme Caterina Carbone. Altro riconoscimento al giovane archeologo Davide Mastroianni originario di Lamezia Terme.

Il procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri

«È un premio importante, che significa molto, per me e per la mia famiglia – spiega Martino Ceravolo, papà di Filippo Ceravolo – Nessuno ci restituirà più Filippo e ancora aspettiamo che chi l’ha ucciso sia arrestato e paghi per quello che ha fatto. Ma pensare che lui sia adesso in paradiso e che in terra la sua memoria venga ricordata a fianco di quella di uomini come Paolo Borsellino ci dà sollievo. Da parte mia, di mia moglie e delle sue sorelle ci sarà sempre un impegno totale affinché Filippo sia ricordato e la sua memoria protetta. Quello che è successo a mio figlio non deve accadere mai più, mai più altre vittime innocenti della mafia». Sul fonte delle indagini, Martino è fiducioso: «So che la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro e i carabinieri non ha mai mollato e stanno continuando a lavorare senza sosta. Spero sia l’ultimo Natale in libertà per gli assassini di mio figlio».

Articoli correlati

top