mercoledì,Aprile 21 2021

Mileto, morta nella capitale la signorina Pina Romano

La consacrata laica, da sempre impegnata nel volontariato, è deceduta a 92 anni. Giorni fa morto per Covid anche il fratello Antonio, ex primario a Vibo

Mileto, morta nella capitale la signorina Pina Romano
La basilica cattedrale di Mileto

È morta la signorina Pina Romano. È scomparsa a Roma, dove si trovava da qualche mese, ospite del fratello Antonio e della sua famiglia. Nella “città eterna” la 92enne consacrata laica si era recata per ricevere cure riguardo a un tumore con cui combatteva da qualche tempo. Lì aveva contratto il Covid-19. Di questo virus è morto qualche settimana fa lo stesso fratello, anche lui personaggio molto noto in provincia, avendo rivestito per decenni il ruolo di primario di Ginecologia all’ospedale “Jazzolino” di Vibo Valentia e per il suo forte impegno nel Partito Socialista Italiano, anche nella veste di consigliere della Provincia di Catanzaro. Lei, invece, ne era uscita miracolosamente fuori.

Questa mattina, però, la notizia che la missionaria della congregazione della “Regalità di Cristo”, dopo molta sofferenza, aveva lasciato il mondo terreno per abbracciare quel Dio a cui aveva dedicato tutto l’arco della sua vita. Da oggi la diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea e il mondo del volontariato in genere si ritrovano, indubbiamente, più poveri. Una vita dedicata alla Chiesa e al mondo del terzo settore, come detto, la sua. Sino all’eroismo, fino a rischiare la morte quando uno degli ospiti del “Centro Betania” di Mileto, Residenza sanitaria assistenziale (Rsa) per soli uomini che la stessa aveva contribuito a far nascere e che dirigeva, l’aveva gravemente ferita con un’arma da taglio. Prima di questo incarico aveva guidato in spirito di servizio “Casa Serena”, la residenza per donne attiva nei pressi della basilica cattedrale della stessa cittadina normanna. Tanti i ruoli di primo piano rivestiti nel suo quasi secolo di vita all’interno dei maggiori organismi regionali e nazionali di volontariato ecclesiastici, sempre a favore dei poveri e delle fasce deboli della popolazione. Dalla sua, anche l’insegnamento di religione nelle scuole. I funerali della signorina Romano saranno celebrati a Roma. Poi, il ritorno nella “sua” Mileto in data ancora da stabilire, per essere seppellita nella cappella di famiglia.

Articoli correlati

top