Carattere

Malgrado il risultato i giallorossi di coach Bagnoli hanno dimostrato grande carattere ed a tratti ottime giocate rimontando lo 0-2 iniziale e perdendo solo al tie-break

Marsili, giovane talento giallorosso
Sport

Match maratona al PalaValentia tra la Tonno Callipo e la Revivre Axopower Milano. A vincere è la compagine meneghina che espugna il palazzetto vibonese al tie-break. Dopo essere andata avanti 0-2 nel conto dei set, la compagine di coach Giani ha subito la rimonta dei padroni di casa che hanno lottato palla su palla mostrando orgoglio, carattere, cuore e anche ottime giocate. Una Tonno Callipo che ha provato ad ottenere il colpaccio al cospetto di una formazione in lotta per un posto al sole nei play-off scudetto (in piena lotta per il quarto posto con Modena). Dominato il primo set, Milano ha poi conquistato anche il secondo parziale. A quel punto la Tonno Callipo è scesa in campo con un piglio diverso. Bagnoli ha gettato nella mischia, tra gli altri, il giovane palleggiatore Marsili e l’atleta trevigiano ha risposto con una prestazione di sostanza tanto da ricevere il premio di Mvp al termine del match. Trascinata dal proprio pubblico, la Tonno Callipo ha risposto colpo su colpo ad una Milano che ha perso i propri punti di riferimento, ma che nel momento cruciale del match è stata però trascinata dai suoi campioni, Abdel-Aziz su tutti. L’opposto olandese ha chiuso la partita con 27 punti realizzati (48% in attacco e 3 ace) ed è stato supportato, su tutti, dall’ottima prova dei centrali Bossi (12 punti con il 77% in attacco), ma soprattutto Kozamernik (15 punti con il 73% e 3 muri). Alla Tonno Callipo non sono bastati coraggio e determinazione. Ci hanno provato gli uomini di Bagnoli, anche con un tarantolato Skrimov in battuta (3 ace per il bulgaro). Ma alla fine Marra e compagni si sono dovuti arrendere all’attacco vincente di Bossi che è valso la vittoria della Revivre Axopower Milano.

Daniele Bagnoli (allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): «Davanti al nostro pubblico siamo riusciti finalmente a dare un’ottima risposta in termini di tecnica, di determinazione, di volontà di fare risultato. Credo che questa partita ci potrà servire per fare delle riflessioni serene su quello che potrà essere il valore di tanti giocatori che compongono questa squadra». Andrea Giani (allenatore Revivre Axopower Milano): «Sapevamo di incontrare una squadra che con la matematica salvezza acquisita, avrebbe giocato un’ottima partita. Nei primi due set noi abbiamo fatto bene nella fase break, poi nel terzo set abbiamo regalato tanto, anche se lo abbiamo perso ai vantaggi. È un peccato perché per noi era importante fare tre punti per rimanere in piena corsa per il quarto posto. La cosa però più importante è aver vinto una partita difficile come questa».

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – REVIVRE AXOPOWER MILANO 2-3 (16-25, 21-25, 26-24, 25-22, 12-15)

In evidenza

Seguici su Facebook