ECCELLENZA | Domenica l’avvio dei campionati. Il Soriano cerca il colpaccio a Locri

Nel “porto” della corazzata del torneo i rossoblù di Saverio Gregorace saranno chiamati ad una vera impresa

Nel “porto” della corazzata del torneo i rossoblù di Saverio Gregorace saranno chiamati ad una vera impresa

Informazione pubblicitaria
Il Soriano si prepara all'avvio del campionato
Informazione pubblicitaria

A Soriano è quasi tutto pronto. Domenica c’è l’esordio in campionato. Il primo, storico in Eccellenza. La categoria conquistata con le unghie e con i denti al termine di una straordinaria cavalcata operata nella passata stagione. 

Informazione pubblicitaria

Esordio di fuoco. Di sicuro il Soriano non poteva sperare in un avvio così in salita. Alla prima giornata (10 settembre) del nuovo torneo di Eccellenza, infatti, i rossoblù incontreranno, tra l’altro in trasferta, il Locri. La squadra da battere. La corazzata del campionato e candidata numero uno alla vittoria finale. Chiamati all’impresa i ragazzi di Saverio Gregorace che inaugureranno il “Comunale” formato quinta seria sette giorni dopo contro il Trebisacce. La trasferta sul campo del Gallico Catona chiuderà il primo trittico di gare a tinte rossoblu. Il primo ottobre a Soriano di scena la Paolana, il 15 la Luzzese. Nel mezzo (8 ottobre) il match a Sersale. L’Aurora Reggio, acerrima nemica sportiva per una stagione lo scorso anno, ospiterà l’Agiesse alla 7^ giornata (22 ottobre), mentre la settimana successiva (con orario anticipato alle 14:30) il Soriano attenderà il Castrovillari. 

Doppia trasferta. Le trasferte di Siderno ( 9^giornata) e Scalea (11^giornata) faranno da cornice al Soriano nel mese di novembre che tra le due sfide a domicilio ospiterà l’Amantea (10^giornata). Poi due gare casalinghe consecutive: contro l’Acri (il 26 novembre) ed il Cotronei (il 5 dicembre). Il girone d’andata del Soriano si concluderà con l’assalto al Reggio Mediterranea in trasferta (10 dicembre) e la partita contro il Cutro il 17 dicembre. 

Gregorace non ha paura. «Sappiamo che – spiega – per noi sarà una stagione difficile ed iniziare su un campo come quello di Locri, contro la squadra che a detta di tutti è la pretendente numero uno alla vittoria finale del torneo,  non è certo quello che speravamo ma – sottolinea – potrà essere un modo per tirar fuori ancora più motivazioni. In fondo – chiosa l’allenatore rossoblù – nel calcio sono quelle a fare la differenza anche se davanti ti ritrovi la corazzata del campionato».

LEGGI ANCHE:

ECCELLENZA | Il Soriano vola al secondo turno di coppa Italia. Adesso c’è il Locri