mercoledì,Settembre 22 2021

Play off scudetto, Vibo parte male: sconfitta in quattro set a Monza – Video

I giallorossi di Baldovin cedono contro la più reattiva formazione di casa. Decisiva ora Gara2 in programma domenica al PalaMaiata

Play off scudetto, Vibo parte male: sconfitta in quattro set a Monza – Video
Un'azione di Monza-Vibo

Non ce la fa una Tonno Callipo sbiadita e sottotono a reggere il passo di una Vero Volley Monza più tonica e concentrata. In Brianza sconfitta 3-1 per la formazione di coach Baldovin in Gara1 dei quarti play off scudetto.

Nonostante il buon avvio nella prima frazione di gioco, la squadra giallorossa nei due set iniziali subisce troppo gli attacchi brianzoli, non riuscendo a trovare la giusta correlazione muro-difesa su Lanza e compagni. I calabresi non sono reattivi e, a tratti, sembrano poco concentrati, non difendendo adeguatamente sui contrattacchi di Monza. Parziale riscatto nel terzo set da parte di Saitta e compagni, bravi a rimontare dopo essere stati sempre indietro nel punteggio. La svolta grazie al duo Rossard-Defalco, finalmente decisivi in attacco. I buoni propositi di questo set però, sembrano svanire ad inizio del quarto con Vibo che va sotto 6-1. Baldovin cambia qualcosa ma la squadra è inerme, non reagisce anzi Monza ha vita facile trascinata da Lagumdzija (Mvp del match con 27 punti) che spacca la partita rivelandosi ancora una volta decisivo come lo era stato nel match di ritorno del gennaio scorso. Così Monza la chiude per 3-1.

In vista di Gara2 in programma domenica 14 marzo al PalaMaiata, coach Baldovin è chiamato adesso all’arduo compito di far ritrovare ai suoi ragazzi le giuste motivazioni: soprattutto a livello mentale servirà archiviare in fretta questa sconfitta traendo i giusti insegnamenti per cercare di ribaltare l’esito della serie che vale il pass per la semifinale scudetto. Nel grigiore della prestazione calabrese da evidenziare l’ottimo score di Rossard e Defalco autori entrambi di 19 punti.

Il tecnico Baldovin schiera l’ormai sestetto consolidato: diagonale Saitta-Abouba, Cester e Chinenyeze al centro, Rossard e Defalco in posto-4, Rizzo Libero. Risponde Eccheli che non può ancora contare su Holt (entrato solo per un cambio) e schiera la diagonale Orduna-Lagumdzija, Galassi-Beretta in posto-3, quindi Lanza e Dzavoronok schiacciatori, Federici è il libero.

Primo set

Partenza sprint della Callipo che mostra fin da subito determinazione e voglia di fare bene, sorprendendo Monza che non entra in partita. Tutto ciò ben supportato dai vantaggi dei giallorossi che scavano subito un solco sul 5-2 grazie ad un Abouba (4 punti) preciso e ad un ace di Rossard. Il buon momento dei calabresi prosegue anche più avanti mostrando grande precisione in ricezione, ciò consente a Saitta di variare bene il gioco per gli attaccanti, con Defalco autore di 5 punti. Così è Rossard ancora a fissare il vantaggio a +4 (7-11). Monza però sembra carburare gradualmente e sospinta da Dzavoronok (5 punti) resta agganciata alla Callipo. Si sveglia pure Lagumdzija, oltre a Lanza ed i brianzoli rientrano nel set pareggiando i conti sul 15-15. Primo vantaggio Monza sul 16-15 e Vibo cala in intensità soprattutto in difesa, con la squadra di Eccheli che spinge pure al servizio (3 ace), oltre ad un ottimo Galassi dal centro. Baldovin cerca con i time out di frenare l’irruenza dei brianzoli (23-19) senza alcun esito però. Ancora il duo Lagumdzija (6 punti)-Lanza la chiude senza problemi sul 25-20, col muro finale di Beretta su Chinenyeze.

Secondo set

A partire meglio stavolta è Monza (4-1 e 6-3), col solito Lagumdzija autore di tre punti mostrando di aver riscaldato i motori. Vibo però non molla, e seppur distaccata resta sempre nel set sospinta da Abouba (5 punti) e da Rossard (6) che pareggiano i conti sull’11-11. Da qui in poi la squadra giallorossa appare reattiva e risponde colpo su colpo ai brianzoli, che però continuano a battere bene con altri tre ace mettendo in difficoltà ancora la difesa calabrese. Si prosegue punto a punto (15-15, 18-18) con Monza che si impone anche dal centro con la coppia Galassi-Beretta, specie quest’ultimo autore di 6 punti e 2 block. L’equilibrio dura fino al 21-21 quando la Callipo, calata incredibilmente in ricezione (alla fine 39% contro il 79% di casa), sbaglia anche in attacco cedendo sull’ennesimo attacco di Lagumdzija (5 punti).

Terzo set

Inizia in equilibrio il gioco (4-4) ma è poi Monza a gestire sempre 2-3 punti di vantaggio con Vibo costretta ad inseguire. La squadra di Baldovin a tratti sembra slegata, poco concentrata e così alcune difese dopo i contrattacchi di Monza sono lacunose. La squadra lombarda ovviamente ne approfitta e con i soliti attaccanti, Lagumdzija (6), Lanza (5) e Dzavoronok (4, di cui 2 ace), ha vita facile. Coach Baldovin sullo svantaggio 14-10 richiama Abouba in panchina schierando Dirlic. Ma il sestetto brianzolo continua ad attaccare con forza, mostrando anche maggiore aggressività riuscendo a mantenere un certo vantaggio. Rossard (6 punti e 62% in attacco) infila il suo terzo ace di serata e Vibo accorcia le distanze (17-16) mostrando maggiore reattività. Ciò grazie anche a Defalco (6 punti anche per lui e 50% in attacco) in continua crescita. Ecco quindi la parità sul 20-20: è un’altra Callipo (netto miglioramento in attacco col 53%, contro il 43% brianzolo), entra Gargiulo e piazza un gran muro su Beretta per il sorpasso Vibo (22-21). Il set s’infiamma: Lanza e Dzavoronok da una parte Rossard e Defalco dall’altra non si risparmiano. Ha la meglio la Callipo che proprio con il decisivo schiacciatore americano vince il set dopo il secondo set-point.

Quarto set

Baldovin conferma Dirlic in posto-2 per Abouba. Partenza shock per Vibo che va sotto 6-1. Qui il tecnico giallorosso richiama in panchina pure Cester ed entra Gargiulo. Il centrale campano infila un ottimo turno di battuta a metà set, dando fiducia a Vibo con un parziale di 4-0 che porta i giallorossi a -2 (15-13). E però ecco salire in cattedra nuovamente Lagumdzija (10 punti) che con 4 attacchi vincenti di fila riporta Monza avanti (19-13). È il break decisivo, con Vibo che non riesce più a rientrare nel set: Lagumdzija continua ad essere immarcabile al pari di Lanza che incide sul match con pipe sempre vincenti, quasi un marchio di fabbrica.

Dichiarazione post-gara

Marco Rizzo (libero Tonno Callipo): «Per noi è stata una partita strana con molti alti e bassi, potevamo essere un po’ più aggressivi e sfruttare meglio qualche momento decisivo a nostro favore. Sapevamo che non sarebbe stato facile e siamo comunque venuti fin qui consapevoli delle nostre armi. Così sarà anche in gara -2: domenica dovremo essere più determinati e concentrati, entrando in clima partita già da stasera. Nei prossimi giorni lavoreremo duramente in palestra e di certo venderemo cara la pelle per portare tutto alla ‘bella’. Rispetto al match di oggi sul piano tecnico dovremo essere più precisi in ricezione e lavorare meglio sul muro-difesa in modo da imporre il nostro gioco cercando di essere anche più incisivi in battuta».

Il tabellino della partita

Vero Volley Monza-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia  3-1 (25-20, 25-22, 24-26, 25-22)
MONZA: Lagumdzija 27, Dzavoronok 13, Orduna, Federici (L pos 56%, pr 38%), Lanza 13, Galassi 10, Beretta 11, Davyskiba 1. Ne: Ramirez, Falgari, Poreba, Brunetti (L), Calligaro. All. Eccheli.
VIBO: Saitta 1, Abouba 10, Cester 7, Chinenyeze 7, Defalco 19, Rossard 19, Rizzo (L pos 47%, pr 26%), Victor, Dirlic 4, Gargiulo 3, Victor. Ne: Chakravorti, Sardanelli (L), Corrado. All. Baldovin.
Arbitri: Rapisarda e Florian.
Monza: ace 9, bs 13, muri 10, errori 6. Vibo: ace 6, bs 16, muri 8, errori 8.
NOTE – durata set: 26′, 30′, 31′, 27′. Totale 114 minuti.
MVP: Lagumdzija (Vero Volley Monza)

Articoli correlati

top