venerdì,Luglio 12 2024

Polia, strada chiusa e paese isolato, il sindaco: «Cosa succede in caso di emergenza?» – Video

Il primo cittadino Luca Alessandro: «I mezzi di soccorso rischiano di impiegare troppo tempo per raggiungere il paese dell'entroterra vibonese. Bisogna aprire a senso unico alternato»

Polia, strada chiusa e paese isolato, il sindaco: «Cosa succede in caso di emergenza?» – Video

Un paese isolato da due settimane. Da quando una pioggia abbondante ha causato il parziale crollo della strada. Immediato il provvedimento di chiusura della strada provinciale 45. Un’interdizione al transito che da due settimane sta creando non poche difficoltà agli abitanti del paese dell’entroterra Vibonese che dal 25 giugno sono costretti a un percorso alternativo, lungo e insidioso. L’unica strada percorribile è la provinciale numero 46. Un tragitto ad ostacoli, tra avvallamenti, restringimenti di carreggiata e sterpaglie che riducono la visuale. I 13 chilometri che dal bivio Angitola conducevano a Polia sono diventati 33. Due le alternative: Monterosso Calabro oppure Francavilla Angitola. Una mazzata per il territorio. Ma il timore più grande per il sindaco Luca Alessandro è un altro: «I mezzi di soccorso in caso di necessità impiegherebbero quasi due ore per raggiungere il borgo di Polia, la cui popolazione è composta principalmente da anziani. Eppure per la messa in sicurezza dell’arteria, la Provincia di Vibo Valentia ha stanziato a suo tempo 300mila euro. Pochi giorni fa, a seguito di un nuovo sopralluogo, sono stati promessi altri 2 milioni e mezzo di euro che dovrebbero essere assegnati dalla Protezione civile nazionale. Ma Polia non può attendere. Il primo cittadino propone una riapertura a senso unico alternato della principale via di collegamento. Con il primo cittadino abbiamo poi raggiunto il luogo del crollo. «Un cedimento annunciato», afferma. «La strada per anni è stata lasciata in uno stato di degrado e di abbandono». Ancora visibili, fra l’altro, le ferite lasciate dall’alluvione del 2018. Lavori iniziati e mai finiti, muretti di contenimento che dovevano essere provvisori e transenne sparse un po’ ovunque. E quelle cunette mai pulite indicate come una delle principali cause del disastro.

LEGGI ANCHE: Viabilità nel Vibonese: «Si riapra la strada provinciale 45 Angitola-Polia»

Polia, il sindaco lancia un appello ai politici vibonesi per lo stato di pericolo in cui versa la Sp 45

La strada chiude e Longobardi resta isolata: «Speravamo di lavorare d’estate con i turisti e invece…» -Video

Strada Longobardi -Vibo Marina: chiusa per almeno quattro mesi

Articoli correlati

top