Pubblicita'

Carattere

La polizia scopre la canapa indiana grazie ad una serie di messaggi sul telefonino di un 25enne

Cronaca

Aveva pensato di nascondere due piante di canapa indiana nel proprio orto in mezzo ai pomodori, ma non aveva messo in conto l’occhio attento della polizia. Identificato da un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine della polizia a Tropea, Saverio Gargano, 25 anni, del luogo e già noto alle forze dell’ordine, è stato tradito dalla serie di messaggi e chiamate pervenute al proprio cellulare. E’ sul telefono in uso al giovane che i poliziotti hanno infatti individuato la foto di un germoglio di marijuana, attivando così immediatamente il personale specializzato della Squadra Mobile di Vibo e delle unità cinofile.

Nell’abitazione tropeana del giovane sono state quindi rinvenute alcune dosi di marijuana ed un apposito “trita-marijuana” ancora impregnato di sostanza stupefacente, oltre a denaro contante in banconote di diverso taglio per circa quattrocento euro.

In attesa delle disposizione della magistratura di Vibo Valentia, Gargano è stato posto agli arresti domiciliari. Le due piante di marijuana, estirpate e distrutte, avevano raggiunto un’altezza di due metri e mezzo.

Piantagioni di canapa indiana per venti quintali scovate nelle Preserre (VIDEO)

Droga: due chili di marijuana scoperti in un bosco delle Serre

Fucile e canapa indiana sequestrati nel Vibonese dai carabinieri

Marijuana nella camera da letto: due denunce nel Vibonese

Sequestrati dalla Gdf quattro quintali di marijuana: due arresti nel Vibonese

Marijuana nel water a Vibo Marina, arrestato dalla polizia

Seguici su Facebook