martedì,Agosto 3 2021

Vibo, al via da maggio la raccolta a domicilio di vestiti e scarpe

L’annuncio dell’assessore comunale all’Ambiente Vincenzo Bruni: «Eviteremo il continuo abbandono di vestiario e rifiuti nei pressi dei contenitore stradali che verranno rimossi»

Vibo, al via da maggio la raccolta a domicilio di vestiti e scarpe

Per ottimizzare la raccolta differenziata dei rifiuti e per andare incontro alle esigenze dei cittadini di Vibo Valentia sarà attivato il servizio gratuito di raccolta indumenti, scarpe e tessili a domicilio. A renderlo noto è l’assessorato comunale all’Ambiente guidato da Vincenzo Bruni. Ogni primo martedì del mese, a partire dal mese di maggio, sarà quindi avviata la doppia raccolta del rifiuto (indumenti e carta/cartone) come da locandina in basso.

«Le esigenze di questa novità – chiarisce lo stesso Bruni – nascono innanzitutto dal fornire ai cittadini un servizio di raccolta sempre più puntuale e conforme alle direttive europee di tutela dell’ambiente e per evitare il continuo abbandono di vestiario e di rifiuti nei pressi dei contenitori stradali che verranno contestualmente rimossi».

Per «il miglioramento della raccolta differenziata e nell’ottica di superare stabilmente quota 70 per cento sono state avviate altre iniziative: sono già attive le isole ecologiche fisse e dopo l’incontro con i commercianti si attendono le loro richieste di badge per autorizzare i conferimenti; l’isola di contrada Vaccaro sarà a disposizione dei residenti della zona in regola con la Tari e che conferiscono già con diligenza il rifiuto ma vengono penalizzati dal continuo, dannoso per l’ambiente e indecoroso per il territorio abbandono rifiuti anche da parte di non residenti; i lavori del Crc di Vibo Valentia sono in fase di ultimazione, mancano solo alcune migliorie estetiche, e attendiamo solo il definitivo collaudo, che avverrà a giorni, per avviare anche questa importante e utile struttura; anche l’attività di video sorveglianza continua con risultati soddisfacenti grazie al contributo della Polizia Municipale, nel primo trimestre 2021 sono state elevate sanzioni per più di 4mila euro; si sta già lavorando per l’implementazione ed efficientamento del sistema di videocontrollo che ci permetterà di coprire altre zone al momento scoperte e oggetto di abbandono rifiuti. L’attività di ottimizzazione della raccolta differenziata e di controllo del territorio procede secondo le linee di programmazione individuate dall’assessorato che ha portato grandi risultati in appena due anni e ci vede proiettati – conclude Bruni – verso un servizio ancora più adeguato alle crescenti esigenze della cittadinanza».

Articoli correlati

top