mercoledì,Settembre 22 2021

Bandiere verdi 2021, due vibonesi tra le migliori spiagge per bambini

Nicotera e Capo Vaticano anche quest'anno si aggiudicano il riconoscimento assegnato dai pediatri italiani. Calabria al primo posto insieme alla Sicilia, con 18 località premiate ciascuno

Bandiere verdi 2021, due vibonesi tra le migliori spiagge per bambini
La spiaggia di Nicotera Marina

Anche quest’anno Nicotera e Capo Vaticano si aggiudicano la Bandiera verde. Uniche nel Vibonese, secondo i pediatri italiani che assegnano il riconoscimento, le loro spiagge sono a misura di bambino. Per Nicotera si tratta del tredicesimo anno consecutivo: la sua prima green flag risale al 2008, quando l’iniziativa ideata dal pediatra toscano Italo Farnetani vide la luce e le località premiate in tutta Italia erano solo dieci. Capo Vaticano invece sarebbe entrata in elenco qualche anno dopo, nel 2016. [Continua in basso]

Calabria prima insieme alla Sicilia

Per l’edizione 2021 sono 143 le green flag che sventolano su tutta Italia, più 5 piantate all’estero: tre in Spagna, una in Romania e una in Tanzania. La Calabria si conferma ancora una volta regina nel campo, con il maggior numero di bandiere verdi sul suo territorio. Un primo posto che però quest’anno deve condividere con la Sicilia, che con le due new entry di questa edizione – Mazara del Vallo e Scicli – raggiunge anch’essa quota 18. Segue la Sardegna, che con 16 località premiate mantiene il suo secondo posto. E terza resta anche la Puglia con 13 bandiere verdi, quarte le Marche con 12. L’elenco completo è stato reso noto questa mattina in una conferenza stampa ad Alba Adriatica, a cui ha preso parte lo stesso dottor Farnetani; sempre nel comune abruzzese, il 10 luglio si terrà la cerimonia di consegna dei vessilli ai sindaci delle località premiate.

Spiagge a misura dei più piccoli

La spiaggia di Grotticelle a Capo Vaticano

In piedi ormai da tredici anni, l’iniziativa si pone come una sorta di guida per famiglie alla ricerca di spiagge adatte soprattutto ai più piccoli. Dal 2008 ad oggi sono 2753 i pediatri complessivamente coinvolti, che, di anno in anno, si sono occupati di selezionare le località secondo precisi requisiti che non riguardano solo la qualità delle acque e l’ampiezza degli spazi, ma anche i servizi offerti. In particolare sono necessari: la presenza di spiaggia con sabbia, spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua che non diventi subito alta in modo che i bambini possano muoversi in sicurezza, presenza degli assistenti di spiaggia, attrezzature dedicate ai più piccoli, e opportunità di divertimento per i genitori (negozi, ristoranti, bar, strutture sportive). Fondamentali poi la qualità delle acque e la possibilità di balneazione, per giudicare i quali i pediatri si affidano alle rilevazioni delle Arpa regionali e alle ordinanze dei sindaci. [Continua in basso]

Tutte le bandiere verdi calabresi

Provincia di Cosenza: Cariati (dal 2010), Mirto Crosia – Pietrapaola (dal 2010), Praia a Mare (dal 2010).
Provincia di Crotone: Cirò Marina – Punta Alice (dal 2012), Isola di Capo Rizzuto (dal 2009), Melissa – Torre Melissa (dal 2015).
Provincia di Catanzaro: Santa Caterina dello Ionio Marina (dal 2010), Soverato (dal 2009), Squillace (dal 2018).
Provincia di Vibo Valentia: Nicotera (dal 2008), Capo Vaticano (dal 2016)
Provincia di Reggio Calabria: Bianco (dal 2018), Bova Marina (dal 2010), Bovalino (dal 2010), Locri (dal 2016), Palmi (dal 2016), Roccella Jonica (dal 2012), Siderno (dal 2016).

top