domenica,Dicembre 4 2022

Vibo Marina, il Comune rimuoverà i rifiuti nella zona del cementificio

La zona del cementificio non sarà la sola a essere bonificata altri punti limitrofi sono infatti caratterizzati da cumuli di rifiuti. Installate anche le videocamere

Vibo Marina, il Comune rimuoverà i rifiuti nella zona del cementificio
Parte della maxi-discarica di Vibo Marina
Zona del cementificio (Foto di repertorio)

È di 12mila euro circa l’ammontare dell’appalto conferito dal Comune di Vibo nei confronti della società chiamata a rimuovere quintali di rifiuti nella zona del cementificio, a Vibo Marina. Una necessità, quella di Palazzo Luigi Razza, per arginare il fenomeno dell’abbandono di immondizia di vario tipo che non poche volte viene anche incendiata. Le zone che saranno soggette alle attività della ditta “Ecologia del fare Nami Srl” con sede in località Censi a San Gregorio d’Ippona, sono sempre le stesse: quella che costeggia lo stabilimento dell’Italcementi che ricade sotto la gestione del Corap, e località “Cuccuruta”. Considerato che la necessità di rimozione dei rifiuti si è resa “urgente” il Comune capoluogo ha proceduto a contattare la società per le vie brevi e quest’ultima si è resa disponibile a effettuare il servizio presentando l’apposito preventivo che è stato ritenuto congruo dagli uffici municipali del settore Ambiente. Adesso si attendono le opportune verifiche sull’ azienda. L’importo dell’appalto è di 10mila euro cui va sommata l’Iva al 22% per un complessivo di 12.200 euro. [Continua in basso]

Che la situazione ambientale in queste due località sia sempre stata particolarmente critica è testimoniato dalle frequenti denunce dei cittadini perbene, stanchi ormai di trovarsi di fronte uno spettacolo indecoroso. Purtroppo c’è sempre una sparuta minoranza che non dimostra alcun rispetto civico e non perde occasione per abbandonare ogni tipologia di rifiuti; non è infatti difficile imbattersi non solo nelle classiche buste ma anche in materassi, sedie, elettrodomestici e quant’altro. E a riprova di come tale pratica non sia ancora stata debellata, è che il Comune si ritrova spesso a dover intervenire alla rimozione dei cumuli. Una possibile soluzione al problema potrebbe arrivare con la presenza delle telecamere già posizionate ma ancora non attive delle quali l’amministrazione comunale sta facendo un uso sempre più massiccio per stanare gli incivili, come avvenuto ad esempio la settimana scorsa quando una persona è stata immortalata nei filmati e che si ritroverà nella cassetta delle lettere una contravvenzione salata.

LEGGI ANCHE: Vibo, il problema della raccolta differenziata al porto nel mirino dei consiglieri pentastellati

Articoli correlati

top