giovedì,Febbraio 22 2024

Crolli a Tropea, il geologo dell’Unical Fabio Ietto: «Anche piazza Cannone è a rischio»

Il docente dell'Università della Calabria ricorda i progetti presentati al Comune per la messa in sicurezza della piazza, della rupe e dell'Isola, ma mai presi in considerazione. E sull'ultimo cedimento avanza una propria ipotesi

Crolli a Tropea, il geologo dell’Unical Fabio Ietto: «Anche piazza Cannone è a rischio»
Ulteriore lesione dello scoglio dell’Isola di Tropea emersa dopo il nuovo crollo

«Una mia ipotesi su quest’ultimo nuovo collasso del costone aggettante a mare potrebbe riguardare proprio le vibrazioni causate dalla ruspa che ha iniziato alcuni lavori in prossimità dello scoglio. Ovviamente, lo sottolineo, è una mia ipotesi, ma se fosse vera testimonierebbe la grande precarietà delle condizioni dell’Isola. Purtroppo, se continua così, il futuro del tunnel non sarà tanto longevo». Il docente associato del Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra dell’Università della Calabria Fabio Ietto continua a tenere alta l’attenzione su quanto sta accadendo sotto gli occhi dei tropeani e dell’intera Calabria. Non solo, ora la sua preoccupazione si concentra pure su altre parti precarie della rupe che, per sua natura, resta fragile: “Un’altra parte importante di Tropea è piazza Cannone – ha sottolineato il geologo Ietto – ed anche questo è un altro punto nevralgico in cui si manifesta la fragilità della rupe. Se ci disponiamo verso le scalette che conducono giù alla marina ed osserviamo alla nostra destra la base della piazza, possiamo notare una grossa spacca nella rupe, talmente larga che ci passa oltre un braccio. Questo tipo di frattura in gergo tecnico si chiama frattura beante, ossia aperta». [Continua in basso]

Immagine della frattura sottostante piazza Cannone fornitaci dal prof. Ietto

«Ciò significa che questo tipo di spacca attraversa tutta la piazza sottostante, dividendola sostanzialmente in due parti. Ovviamente – sottolinea il geologo -, il rischio di crollo non è imminente, ma cosa succederebbe sotto un effetto sismico, anche di durata prolungata rispetto a quelli finora avvertiti? Lipotesi più attendibile, data la tipologia della frattura, ma che spero fortemente non avvenga mai sebbene ci troviamo in una regione fortemente a rischio anche per su questo fronte, è che buona parte della piazza crolli. Nella mia documentazione fotografica dettagliata – di cui ci mostra questa immagine da lui scattata -, esternamente si evince chiaramente quanto questa spacca sia ampia, importante e allarmante specie per l’abitato che insiste verso la piazza. Quando ci accorgemmo io e mio padre di questa situazione, nel progetto presentato a suo tempo al Comune di Tropea per la messa in sicurezza della rupe e dell’Isola, suggerimmo per le condizioni di piazza Cannone, degli interventi di sarcitura della lesione con l’impiego di tiranti incrociati, da eseguirsi dalla piazza verso il basso. Ovviamente, anche questo tipo di intervento non venne mai preso in considerazione e non è mai stato fatto alcun tipo d’intervento in loco».
Nel frattempo l’amministrazione comunale di Tropea ha comunicato che l’intervento di riqualificazione urbana di piazza Cannone, con pavimentazione e rifacimento della rete dei sotto servizi, è stato ultimato per un importo di circa 450mila euro.

LEGGI ANCHE: Isola e rupe a rischio a Tropea, la minoranza propone convenzione con l’Unical

 Nuovo crollo all’Isola di Tropea – Video/Foto

Crollo del costone dell’Isola di Tropea, il geologo: «Inspiegabile il silenzio delle istituzioni»

Crollo costone dell’Isola a Tropea, il docente Ietto: «Si rischia di perdere il tunnel, ecco come stanno le cose»

Crollo costone dell’Isola a Tropea, docente dell’Unical: «Cronaca di un disastro annunciato»

Tropea, aggiudicate le opere di protezione e mitigazione del rischio da erosione costiera

Tropea e la salvaguardia dell’Isola, del porto e della spiaggia: ecco perchè la nuova barriera rischia di creare enormi danni

top