lunedì,Luglio 15 2024

Tropea: Isola e rupe a rischio, la minoranza per convenzione con l’Unical

Per i consiglieri di minoranza Piserà e L'Andolina «è necessario sfruttare le competenze specifiche presenti nell'ambito accademico»

Tropea: Isola e rupe a rischio, la minoranza per convenzione con l’Unical
L'ultimo crollo all'Isola
Antonio Piserà (Noi con Salvini)
Antonio Piserà

Il consigliere comunale di minoranza Antonio Piserà ha presentato una mozione per la richiesta di attivazione della Convenzione con DiBest (Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra) dell’Università degli studi della Calabria al fine di ottenere consulenza scientifica, valutazione e supporto tecnico riguardo al monitoraggio delle condizioni di rischio e alle migliori scelte progettuali per gli interventi di messa in sicurezza delle aree costiere, dell’Isola e della Rupe. La mozione è stata sottoscritta anche dall’altro consigliere di minoranza Massimo L’Andolina. «Il territorio di Tropea – si legge nella nota di Piserà -, noto per la sua rupe arenaria e per l’Isola di Tropea, è afflitto da anni da crolli e instabilità. Recentemente, il 7 aprile scorso, è stato registrato un importante crollo del versante mare. La tutela del paesaggio e la sicurezza pubblica sono temi di fondamentale importanza per la comunità locale. La rupe e lo scoglio dell’Isola richiedono un costante monitoraggio al fine di garantire la corretta manutenzione e la salvaguardia del patrimonio paesaggistico e della pubblica incolumità. Considerando la presenza di beni paesaggistici e geologici di rilievo nel territorio di Tropea, soggetti a processi naturali e attività umane che ne causano un progressivo deterioramento, è necessario adottare misure adeguate per garantire la sicurezza del pubblico e delle attività turistiche presenti». [Continua in basso]

L’ultimo crollo all’Isola

«Il professore Fabio Ietto, docente associato in Geologia applicata presso il Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra (DiBest) dell’Università della Calabria – ha evidenziato Piserà -, ha condotto numerose ricerche scientifiche sugli instabili versanti della rupe perimetrale dell’abitato di Tropea, sull’Isola e sulle aree circostanti, nonché sugli effetti dell’erosione costiera lungo il litorale tirrenico calabrese. Le sue pubblicazioni di alto livello scientifico, sono state di riferimento per lo studio e la progettazione dei primi interventi di consolidamento della rupe di Tropea e dell’Isola negli anni ’90 e nei successivi interventi di consolidamento fino al 2007. Nel 2004, il professore Ietto ha redatto una relazione tecnica sui possibili interventi di messa in sicurezza dell’Isola, purtroppo mai finanziati. Al fine di garantire una tutela adeguata del paesaggio di Tropea, è necessario sfruttare le competenze specifiche presenti nell’ambito accademico. L’amministrazione comunale attualmente non dispone di personale interno con competenze specifiche in questo settore. La rupe e l’Isola rappresentano un importante valore paesaggistico, culturale e identitario per la nostra città e richiedono un monitoraggio costante come unico mezzo per garantire la loro adeguata tutela. Le università, attraverso la cosiddetta “Terza missione”, svolgono un ruolo chiave nel trasferimento scientifico, tecnologico e culturale, nonché nella trasformazione produttiva delle conoscenze. Tale processo di interazione diretta con la società civile e il territorio permette di ottenere benefici economici, sociali e culturali. L’Università della Calabria può offrire un supporto fondamentale nell’affrontare le sfide relative alla tutela delle aree costiere e della rupe di Tropea. L’auspicio – ha poi concluso Piserà – è che il Consiglio comunale approvi all’unanimità la presentazione della mozione impegnando il sindaco e la Giunta comunale a intraprendere tempestivamente i necessari provvedimenti per avviare la Convenzione con DiBest dell’Università degli studi della Calabria al fine di ottenere consulenza scientifica, valutazione e supporto tecnico per il monitoraggio delle condizioni di rischio e per le scelte progettuali finalizzate alla messa in sicurezza delle aree costiere, dell’Isola e della rupe».

LEGGI ANHCE: Nuovo crollo all’Isola di Tropea – Video/Foto

Crollo del costone dell’Isola di Tropea, il geologo: «Inspiegabile il silenzio delle istituzioni»

Crollo costone dell’Isola a Tropea, il docente Ietto: «Si rischia di perdere il tunnel, ecco come stanno le cose»

Crollo costone dell’Isola a Tropea, docente dell’Unical: «Cronaca di un disastro annunciato»

Tropea, aggiudicate le opere di protezione e mitigazione del rischio da erosione costiera

Tropea e la salvaguardia dell’Isola, del porto e della spiaggia: ecco perchè la nuova barriera rischia di creare enormi danni

Articoli correlati

top