giovedì,Febbraio 29 2024

Drapia, varato il nuovo calendario di conferimento rifiuti ma qualcosa non torna

Diversi residenti lamentano una serie di difficoltà. Ecco quali

Drapia, varato il nuovo calendario di conferimento rifiuti ma qualcosa non torna
Nuovo calendario a fondo bianco

Sono in corso da mercoledì 16 agosto (e si protrarranno fino al 21 agosto) le operazioni di distribuzione, per ciascuna frazione di Drapia, del calendario e dei sacchetti destinati alla raccolta differenziata. Quanti su Caria, Gasponi e Drapia hanno già provveduto al ritiro dei rotoli programmato dal Comune, hanno immediatamente notato una serie di cambiamenti, tra colore dei sacchetti e volantino settimanale del “porta a porta”, che hanno sollevato un po’ di perplessità. Mentre in precedenza il colore dei sacchetti rendeva facilmente distinguibile il mastello da esporre (sacco per il vetro di colore verde; indifferenziato nero; umido bianco; carta giallo e plastica azzurro), ora è l’assenza di colori che sembra mettere in seria difficoltà la popolazione. Tanto più che gli stessi colori risultano essere “spariti” anche dal nuovo calendario di ritiro appena distribuito. «Riteniamo poco chiaro il volantino contenente il calendario relativo al conferimento dei rifiuti – hanno fatto sapere diversi residenti -, dal momento che il fondo di ciascun riquadro è bianco e non più del colore relativo al sacco da utilizzare».

Vecchio calendario raccolta rifiuti

«In più – sottolineano alcuni fra coloro che sono già in possesso di quanto distribuito dal Comune -, anche guardando il colore dei sacchetti non si capisce quale dobbiamo utilizzare dal momento che nemmeno i sacchetti sono colorati in maniera distinta come prima». Insomma, l’unico elemento rimasto invariato è proprio la tipologia di rifiuto cadenzata durante la settimana e nulla più. «Bisognerebbe rendere il tutto più intuitivo – aggiungono i residenti -, ripristinando i colori sul calendario e sui sacchetti, altrimenti si rischia di mandare in tilt la popolazione e di generare caos nei confronti della ditta incaricata al ritiro. Così facendo – concludono – il rischio è che, andando noi in confusione, salti il corretto calendario di ritiro e che in ogni paese si generi un accumulo di sacchetti non ritirati. Il tutto a danno ovviamente dell’ambiente e del decoro urbano, oltreché l’aspetto igienico-sanitario».

LEGGI ANCHE: Abbandono di rifiuti e incuria a Gasponi: il lato del paese che nessuno vorrebbe mai vedere

Drapia: quasi ultimati i lavori di messa in sicurezza lungo il tratto del torrente Lumia

Comune di Drapia, si lavora per il collegamento stradale con Tropea della “Briganteu”

Drapia e Zaccanopoli, si fa la conta dei danni a seguito degli incendi

Drapia, sversamento di reflui fognari nel torrente “Le Grazie”

top