Ricadi-Capo Vaticano: le “cartoline” di turisti e residenti

Il mare come si è presentato oggi fra Scalea e Formicoli, località fra le più suggestive dell’intera costa vibonese

Il mare come si è presentato oggi fra Scalea e Formicoli, località fra le più suggestive dell’intera costa vibonese

Informazione pubblicitaria

Non sappiamo di cosa si tratti, non essendo esperti in analisi chimiche, in schiume di varia natura o in quei “giochi d’acqua causati dalle navi e dalle barche” di cui ha parlato nei giorni scorsi l’assessore all’Ambiente del Comune di Ricadi, Paolo Morabito, per rassicurare turisti e residenti sulle condizioni del mare a Capo Vaticano. Di certo le foto scattate oggi ed inviateci da Ricadi, precisamente da località Scalea, poco più a nord di Formicoli, non sono un gran bel vedere. Ci limitiamo a documentare la situazione odierna nella speranza che tali “fenomeni” non abbiano a ripetersi e chi di competenza intervenga.

Dopo le proteste registrate ieri da numerosi bagnanti per via di quasi trenta multe fatte alle automobili parcheggiate a Formicoli sulle strisce blu (pare che il cartello stradale con l’indicazione delle tariffe e degli orari fosse coperto da un sacco nero ed i parcometri non funzionanti), oggi turisti e residenti hanno dovuto fare i conti con un mare non proprio cristallino. Decisamente troppo per molti che hanno infatti deciso di esternare il proprio malcontento anche attraverso i social. Nella speranza che, oltre ai mezzi di informazione, qualcun altro li ascolti e non si inventi magari che le foto risalgono a sei anni fa…