Chi raccoglie (la pupù del proprio cane) semina civiltà: a Vibo Marina spunta il cartello per sensibilizzare

L’iniziativa di un gruppo di cittadini che ha deciso di affiggere un cartello su una delle spiagge di via Emilia, trasformate in un letamaio a cielo aperto
L’iniziativa di un gruppo di cittadini che ha deciso di affiggere un cartello su una delle spiagge di via Emilia, trasformate in un letamaio a cielo aperto
Informazione pubblicitaria

«Ricordatevi che in spiaggia giocano i bambini» è l’ammonimento di un gruppo di cittadini di Vibo Marina che hanno costituito un comitato spontaneo per sensibilizzare i proprietari dei cani a comportamenti civili, quali ad esempio la raccolta delle deiezioni . «Chi raccoglie semina civiltà» lo slogan con tanto di disegno illustrativo, riportato a caratteri cubitali su un cartello affisso davanti a una spiaggia privata che si trova in via Emilia, nei pressi del porto turistico. «Luogo che in questi mesi invernali – denunciano – è stato trasformato in un vero e proprio letamaio». Nel disprezzo assoluto del vivere civile e della normativa vigente che prevede per i trasgressori sanzioni che vanno dai 50 ai 300 euro.

«I proprietari e/o i detentori dei cani devono essere sempre muniti di idoneo strumento atto alla raccolta delle deiezioni e devono prontamente  raccoglierle». Un messaggio che dovrebbe essere scontato, ma che alla luce dei fatti, non lo è. Da qui l’iniziativa spontanea partita su input di due commercianti del luogo, Giovanni Aracri e Biagio Amendola il cui intento, affermano «è quello di sensibilizzare la popolazione, con particolare riferimento ai detentori degli amici a quattro zampe, a mantenere pulita la propria città»