Nicotera, Movi@vento invoca la messa in sicurezza delle strade

Il gruppo di minoranza sollecita la Provincia a mettere in sicurezza l’arteria che conduce alla Marina e il tratto che collega Nicotera alla frazione Badia e Limbadi: «Situazione di estrema pericolosità»
Il gruppo di minoranza sollecita la Provincia a mettere in sicurezza l’arteria che conduce alla Marina e il tratto che collega Nicotera alla frazione Badia e Limbadi: «Situazione di estrema pericolosità»
Informazione pubblicitaria
La situazione a Nicotera Marina

Il gruppo consiliare di minoranza Movi@vento di Nicotera sollecita il dirigente dell’ufficio tecnico della provincia, Antonio Francolino e il dirigente del settore strade Gaetano Del Vecchio, ad interventi di pulizia dei canali di scolo lungo la strada provinciale numero 30, che da Nicotera conduce a Nicotera Marina. «Malgrado i nostri solleciti e le rassicurazioni ricevute – afferma Salvatore Paganol’arteria è stata esclusa dai lavori di messa in sicurezza eseguiti sul tracciato Pioppi-Nicotera Marina. Già durante l’alluvione dell’estate 2018, lungo la stessa strada, nei pressi della zona scalo, dove vivono numerose famiglie – prosegue il consigliere comunale – ci sono stati gravissimi danni alle case, ai terreni e alla stessa strada. Ancora oggi il manto stradale si presenta in condizioni di estrema pericolosità».

Una situazione di disagio più volte segnalata dai residenti e aggravata in questi giorni dalle piogge. Da qui la decisione del gruppo di minoranza di rivolgersi ai dirigenti provinciali ai quali chiedono «un intervento urgente per non mettere a repentaglio l’incolumità sia delle persone che transitano con le auto, che dei residenti». A preoccupare non è solo la provinciale 30, ma anche la strada che da Nicotera porta alla frazione Badia e al comune di Limbadi. «Arteria – denuncia il gruppo Movi@vento – che si trova in condizioni di pericolo da quasi un anno. Bisogna aspettare che ci scappi il morto per intervenire?»