Operazione “Black widows”, Gratteri: «Dobbiamo riprenderci la provincia di Vibo» (VIDEO)

Il procuratore capo della Dda di Catanzaro in conferenza stampa loda il lavoro della Polizia e avverte: «‘Ndrine nervose ma noi siamo ottimisti» 

Il procuratore capo della Dda di Catanzaro in conferenza stampa loda il lavoro della Polizia e avverte: «‘Ndrine nervose ma noi siamo ottimisti» 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Dopo una settimana torniamo qui a Vibo come promesso. La Procura distrettuale antimafia di Catanzaro si è rafforzata su Vibo con tre sostituti e con il coordinamento del collega Giovanni Bombardieri. Anche la Questura di Vibo si è rafforzata, perché il capo della Polizia ha mandato 7 nuovi ispettori e devo ringraziare il questore Bonfiglio che ha mandato tutti e 7 gli ispettori alla Squadra mobile di Vibo». È quanto ha riferito, a margine della conferenza stampa di questa mattina per l’operazione “Black widow”, il procuratore capo della Dda di Catanzaro Nicola Gratteri. Le indagini, coordinate dalla stessa Procura e, in particolare dai sostituti procuratori Anna Maria Frustaci e Filomena Aliberti per la Procura di Vibo (applicata per questa indagine alla Dda), condotte dalla Polizia di stato hanno portato all’esecuzione di un provvedimento di fermo a carico di sette persone, esponenti della famiglia Inzillo di Sorianello, accusate a vario titolo di tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di armi, ricettazione: reati tutti aggravati dal metodo mafioso.  

Informazione pubblicitaria

«Non è solo un fatto di numeri  – ha ribadito Gratteri – ma è un fatto di idea, di bisogno, di considerazione che la Squadra mobile di Vibo deve avere per contrastare questo tipo di ‘ndrangheta che abbiamo a Vibo Valentia, che è una ‘ndrangheta di serie A come quella che abbiamo nel Crotonese. Questo è un risultato di un lavoro durato mesi. È stato necessario intervenire con urgenza perché si stava preparando un altro omicidio e noi non ci potevamo permettere che avvenisse un ulteriore fatto di sangue nella provincia di Vibo Valentia, perché dobbiamo cominciare a riprenderci con più determinazione e con più forza, con maggiore vigore, il territorio dell’intera provincia di Vibo. Vedo – ha concluso Gratteri – un certo nervosismo e un certo dinamismo da parte di locali di ‘ndrangheta e ‘ndrine e questo ci preoccupa ma allo stesso tempo ci obbliga a stare più attenti. Quindi ritengo, complessivamente, di poter essere un filo ottimisti su questa provincia» 

LEGGI ANCHE:

Operazione “Black widows”, il ruolo delle donne: «Dovevamo nascere uomini» (VIDEO)

Tentato omicidio dei fratelli Nesci a Sorianello, sette fermi (NOMI-VIDEO)

Fucile a canne mozze nascosto in un sottotetto a Gerocarne, arrestata 52enne

Nuovo agguato nelle Preserre vibonesi: due fratelli feriti a Sorianello

Agguato nelle Preserre vibonesi: a Sorianello 27enne ferito a colpi di pistola

Omicidio a Sorianello: disoccupato 46enne raggiunto da 4 colpi di fucile (VIDEO)

Omicidio Inzillo a Sorianello, l’inchiesta passa alla Dda (VIDEO)

Bomba sotto un’auto a Sorianello, un ferito grave (NOME)

‘Ndrangheta: l’autobomba per Ciconte e le dinamiche criminali delle Preserre vibonesi

‘Ndrangheta: i retroscena della faida delle Preserre svelati dal pentito Moscato

‘Ndrangheta: Gerocarne, la faida delle Preserre vibonesi ed il ruolo degli Stambè (VIDEO)

Omicidio nel Vibonese, uomo ucciso a colpi d’arma da fuoco nelle Preserre (NOME-FOTO-VIDEO)