domenica,Luglio 25 2021

Tropea: dodicenne si infortuna, salvato dalla Guardia Costiera

Brutta disavventura nel tardo pomeriggio di oggi per un ragazzo a seguito di un infortunio occorso nei pressi dello Scoglio di Santa Maria dell'Isola

Tropea: dodicenne si infortuna, salvato dalla Guardia Costiera
La motovedetta CP 808 della Capitaneria di porto di Vibo Marina

Brutta disavventura nel tardo pomeriggio di oggi per un ragazzo dodicenne a seguito di un infortunio occorso nei pressi dello Scoglio di Santa Maria dell’Isola, icona turistica di Tropea e della Calabria.  L’infortunato, rimasto immobilizzato e dolorante nei pressi della cosiddetta “Spiaggia del Palombaro” dell’Isola, sito non accessibile via terra, è stato tempestivamente raggiunto dal battello pneumatico GC 315 e dalla motovedetta CP 808 della Capitaneria di Porto di Vibo Marina. Intercettato sul posto, il dodicenne accusava lancinanti dolori allo sterno ed al fianco sinistro. Constatata l’impossibilità di recuperare il ragazzo ferito via terra a causa dell’impervio percorso che conduce alla “Spiaggia del Palombaro”, la sala operativa della Capitaneria di porto, in raccordo con personale del 118 e della Guardia Costiera di Tropea, quest’ultimo intervenuto nel frattempo via terra, ha coordinato le attività in mare allo scopo di trarre in salvo l’infortunato dodicenne. I militari della Guardia Costiera, dopo aver immobilizzato in sicurezza il ragazzo a bordo del battello pneumatico GC 315, lo hanno condotto verso il porto di Tropea, punto di approdo più agevole e vicino al luogo dell’infortunio. [Continua in basso]

Giunti in porto, il ragazzo è stato affidato alle cure del personale medico dell’ambulanza del 118 di Vibo Valentia. Nell’intervento condotto dai militari della Capitaneria di porto, è risultato decisivo il contributo del personale del dipendente battello GC 315, come di consueto dislocato, nel periodo estivo, presso la postazione della Guardia Costiera ubicata nel porto di Tropea ed attiva nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro, al fine di garantire la sicurezza della balneazione in una delle fasce a maggiore vocazione turistica della Costa degli dei.  Tale mezzo navale, altamente versante e manovrabile grazie al limitato pescaggio del suo scafo, costituisce un sicuro riferimento per lo svolgimento di diverse tipologie di missioni, in particolare di soccorso della vita umana a mare, nella fascia litoranea immediatamente a ridosso della costa.  La Capitaneria di porto di Vibo Marina raccomanda agli utenti del mare l’uso del buon senso ed il rispetto delle basilari norme che disciplinano la sicurezza della navigazione, al fine di prevenire qualunque tipo di incidente in mare.

Articoli correlati

top